L’Aquila, due mascherine al prezzo di una per gli ultra 65enni

Quando le farmacie comunali avranno a disposizione le mascherine a 50 centesimi, per ognuna acquistata una gratis agli ultra 65enni. La delibera.

Nelle farmacie comunali le mascherine a 50 centesimi. Due al prezzo di una per gli ultra 65enni.

Le farmacie comunali gestite dalla società partecipata Afm forniranno agli ultrassessantacinquenni una mascherina gratis per ogni mascherina acquistata, fino a un massimo di 3. In generale, al di là di questa misura, le stesse farmacie venderanno al pubblico le mascherine al prezzo calmierato di 50 centesimi (al netto dell’iva), come previsto dall’ordinanza dello scorso 26 aprile del commissario straordinario per l’emergenza coronavirus covid-19. L’operazione non partirà nell’immediato e sarà avviata dopo che verrà completata la filiera prevista dall’ordinanza del commissario Domenico Arcuri, e cioè quando le farmacie avranno una disponibilità adeguata di questi prodotti. È  quanto prevede l’indirizzo nei confronti dell’azienda farmaceutica di proprietà del Comune dell’Aquila, contenuto in una delibera approvata stamani dalla giunta. Lo rendono noto il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alle Società partecipate, Fausta Bergamotto.

banner_doc

L’Afm si servirà di un applicativo informatico fornito dal Sed per individuare i beneficiari della misura e per indicare l’effettiva fruizione degli aventi diritto anche al fine di evitare possibili abusi. Le mascherine da consegnare gratuitamente agli ultrasessantacinquenni saranno fornite all’Afm dal Comune, nei limiti di quelle che l’ente ha a disposizione.

“L’inizio della fase due dell’emergenza, con la progressiva riapertura delle attività e ripresa della mobilità delle persone – hanno spiegato il sindaco Biondi e l’assessore Bergamotto – comporterà un’attenzione, se possibile, maggiore rispetto a quella adottata durante il periodo di ‘lockdown’. Grazie alla collaborazione fornita da Afm, sarà possibile immettere sul mercato mascherine di protezione a un prezzo fisso e fornirle gratuitamente alle fasce di popolazione più fragili ed esposte al contagio. Obiettivo di questa amministrazione è quello di tutelare la salute pubblica e la comunità in uno dei momenti forse più delicati dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Per forza di cose –  hanno concluso Biondi e Bergamotto – per avviare questa operazione dovranno essere portate a termine tutte le fasi previste dall’ordinanza commissariale e per questo la cittadinanza sarà avvisata non appena le vendite delle mascherine a 50 centesimi e l’ulteriore beneficio per gli ultrassessantacinquenni saranno possibili. Da parte nostra faremo di tutto perché ciò avvenga quanto prima”.

Il sindaco Biondi ha ricordato che il Comune si è già adoperato in questo ambito, organizzando la distribuzione delle mascherine per l’ex Onpi e i centri di accoglienza dei minori sostenuti dal Comune.