Quantcast

L’Aquila, il Tar al Comune: “Nessun motivo di sospendere i buoni spesa”

Caso buoni spesa, il TAR dà di nuovo torto al Comune. Respinta l'istanza contro il precedente decreto.

Il TAR Abruzzo respinge l’istanza del Comune sui buoni spesa e precisa che non c’era bisogno di sospenderne l’erogazione.

Il presidente del TAR Abruzzo, Umberto Realfonso, ha repinto l’istanza relativa alla misura cautelare presentata dal Comune dell’Aquila rispetto al precedente decreto dello stesso Tribunale che aveva disposto l’apertura del bando per i buoni spesa anche per una famiglia di non residenti che aveva fatto ricorso. In uno degli ultimi punti stampa il sindaco Biondi aveva anche annunciato che – a causa di quel ricorso – sarebbe stata sospesa l’erogazione dei contributi, anche se il TAR ha precisato che “non si ravvisano ragioni di diritto per sospendere l’erogazione della misura assistenziale nei confronti di tutti gli altri nuclei familiari esposti agli effetti economici provocati dal coronavirus”.

banner_doc

Il Comune aveva presentato ricorso ritenendo comunque che la famiglia avrebbe potuto far ritorno nella città di origine e lì chiedere il contributo, ma per il TAR la situazione di difficoltà economica rappresenta di per sé un elemento di difficoltà anche per gli spostamenti, fermo restando che comunque sarà possibile tornare nella propria città di residenza solo a partire dal 4 maggio.