Quantcast

Sanofi, contro il coronavirus 100 mln di dosi di clorochina

La multinazionale Sanofi donerà 100 milioni di dosi del farmaco idrossiclorochina, uno di quelli allo studio contro il Covid-19, a 50 paesi del mondo.

La multinazionale Sanofi donerà 100 milioni di dosi del farmaco idrossiclorochina, uno di quelli allo studio contro il Covid-19, a 50 paesi del mondo.

Lo ha annunciato la stessa azienda in un comunicato, in cui ricorda che comunque “in questo momento l’interpretazione dei dati preliminari sull’uso nel trattamento del Covid-19 non è univoca”.

“In questo momento di emergenza – si legge – Sanofi è pronta ad assistere il maggior numero di Paesi possibile, a partire da quelli in cui il farmaco è registrato per indicazioni già approvate così come quelli dove non ci sono fornitori o ci sono popolazioni non raggiunte”.

banner_doc

La compagnia ha già raddoppiato la produzione, spiega la nota, con la priorità di assicurare la continuità delle cure per i pazienti che sono trattati per le malattie per cui il farmaco è già approvato, come l’artrite reumatoide o il lupus, ma sta lavorando anche per fornire la terapia ai governi che vogliono aumentare le riserve nella
speranza che possa essere un trattamento efficace per il Covid-19.

Al momento, ribadisce la nota, “c’è un’evidenza clinica insufficiente per trarre qualsiasi conclusione sulla sicurezza e l’efficacia dell’idrossiclorochina nel trattamento dei pazienti Covid-19. È uno dei diversi farmaci studiati dall’Oms. Sanofi sta supportando i test clinici in corso fornendo il farmaco a qualcuno dei ricercatori”.