Quantcast

L’Aquila, le celebrazioni in ricordo delle vittime del terremoto 2009

Tutte le informazioni utili relative alle celebrazioni in ricordo delle vittime del terremoto del 2009.

Il programma delle celebrazioni in ricordo delle vittime del terremoto 2009 e le informazioni utili.

A 11 anni dal terremoto del 2009 L’Aquila e l’Italia intera ricordano le vittime di quella tragedia, insieme a quelle della pandemia di Coronavirus. Quest’anno, infatti, la ricorrenza giunge in periodo di particolari limitazioni dovute alla diffusione del Covid-19, quindi le celebrazioni previste non potranno avere la consueta partecipazione.

L’Aquila, le celebrazioni del 5 e 6 aprile in ricordo delle vittime del terremoto.

Le modalità per le celebrazioni sono state stabilite in base alle disposizioni governative in materia di contrasto del contagio da Coronavirus nella riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocata dalla Prefettura.

Alle 23:30 di domenica 5 aprile in Piazza Duomo verrà acceso, a cura di un Vigile del fuoco, un braciere posizionato nei pressi della Chiesa di Santa Maria del Suffragio. Presenzieranno il Prefetto della Provincia dell’Aquila, Cinzia Torraco, il Sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e il Sindaco di Barisciano, Francesco Di Paolo, in rappresentanza dei comuni del cratere del terremoto. Le tre autorità, anche su mandato dei Comitati dei familiari delle vittime, rappresenteranno il sentimento della popolazione colpita dal drammatico evento del 2009. L’intera area, su precisa indicazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, sarà interdetta ad ogni altra persona. Uno stretto servizio di sorveglianza sarà assicurato dalle Forze dell’Ordine. I momenti della breve cerimonia saranno ripresi e resi disponibili sulla pagina internet ufficiale del Comune dell’Aquila e sui relativi canali social dell’ente; non sarà pertanto concesso, per ovvie motivazioni, l’accesso ad altri rappresentanti dei mass media, locali o nazionali.

Dopo l’accensione, le Autorità entreranno in chiesa. Il Prefetto renderà omaggio alle lapidi commemorative delle vittime del terremoto nella Cappella della Memoria della Chiesa di Santa Maria del Suffragio, mentre il Sindaco Biondi pronuncerà una breve allocuzione a ricordo delle vittime nella contingenza dell’epidemia.

Sarà presente Sua Eminenza il cardinale Giuseppe Petrocchi, Arcivescovo Metropolita della Città dell’Aquila, che subito dopo celebrerà la funzione religiosa, rigorosamente a porte chiuse. In ossequio alle prescrizioni vigenti il Sindaco Biondi, il Prefetto Torraco ed il Sindaco Di Paolo non parteciperanno al rito religioso.

50bb4112-8795-4d74-8f34-e9701c375c3c

Celebrazioni in ricordo delle vittime del terremoto, la cittadinanza è invitata a rimanere a casa.

La cittadinanza è caldamente invitata a non recarsi sui luoghi della commemorazione, in considerazione del divieto di spostamenti ingiustificati tuttora vigente e dal momento che tutti i luoghi saranno presidiati dalle Forze di Polizia.

D’altra parte, il modo di partecipare c’è, sia per gli aquilani che per i cittadini del resto d’Italia: è stato chiesto a tutti, attraverso un appello sottoscritto dai Comitati e dal Sindaco Biondi, di accendere un lume o il proprio cellulare alla finestra, nella notte tra il 5 e il 6 aprile per commemorare le vittime del sisma e tutti coloro che in questi giorni stanno perdendo la vita in solitudine a causa del Coronavirus.

Stasera, a partire dalle 23.30, sarà possibile seguire la diretta streaming della cerimonia per la ricorrenza dell’undicesimo anno dal sisma del 2009, allestita in base alla situzione emergenziale in atto. La diretta sarà fruibile attraverso il sito internet del Comune, www.comune.laquila.it, cliccando su “scopri” del banner dedicato.

Celebrazioni in ricordo delle vittime del terremoto, la visita al cimitero.

Il Comune dell’Aquila ha organizzato un servizio speciale di trasporto dei parenti delle vittime del terremoto del 6 aprile 2009, in occasione della ricorrenza dell’undicesimo anno dalla tragedia, per consentire loro di andare al cimitero per far visita ai propri cari.

In particolare, domenica 5 e lunedì 6 aprile partiranno contemporaneamente 3 autobus dell’Ama ogni mezz’ora, dalle 8 alle 19.30. Ogni bus porterà al massimo 4 persone: pertanto, per ogni corsa verranno accompagnate 12 persone.

Per poter usufruire del servizio (che l’Ama renderà gratuitamente), i familiari delle vittime dovranno chiamare il numero verde dell’emergenza Coronavirus 800.666.622 fornendo delle indicazioni sull’orario preferenziale della visita e i nominativi di massimo 4 persone. Le famiglie potranno lasciare l’auto nel piazzale esterno del terminal di Collemaggio. Una volta arrivati all’ingresso del cimitero, personale del Comune provvederà a gestire il loro ingresso.

Il servizio è disponibile sia per il Cimitero monumentale che per quelli delle frazioni.

g8