L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

#Regalaunastoria, intrattenimento per i bambini al tempo del Coronavirus

#Regalaunastoria: tanti i personaggi aquilani che hanno aderito al progetto dell'associazione La Compagnia del Mantello per i bimbi chiusi in casa durante l'emergenza per il Coronavirus.

#Regalaunastoria, un video e una storia per i più piccoli, per allietare questo periodo di isolamento a causa del Coronavirus.

#Regalaunastoria è un’idea dell’associazione la Compagnia del Mantello, che grazie a un tam-tam sui social tiene compagnia ai più piccoli in un periodo difficile a causa della pandemia Coronavirus.

#Regalaunastoria segue l’hashtag #iorestoacasa: il Coronavirus impone l’isolamento e i bambini come gli adulti hanno perso la loro routine. A tenergli compagnia le storie raccontate anche da personaggi famosi e del mondo spettacolo.

Il presidente dell’associazione La Compagnia del mantello è Francesco Domenico Giannino, mentre la cofondatrice dell’Associazione e formatrice psicologa è Sara Mastroberti.

Il progetto #regalaunastoria è nato prima del Coronavirus ed ora attivo più che mai, vedendo coinvolti professionisti e non nella lettura e nell’interpretazione delle storie di Mago Mantello (titolo del libro scritto dal presidente)  e di altre storie di narrativa per bambini.

Hanno regalato una storia e sponsorizzato il progetto di regala una storia: Eletta Del Castillo, Ilaria Rossi e Eleonora Lipuma, le prime attrici e co-fondatrici della Compagnia del Mantello ad aver portato gli spettacoli di Mago Mantello negli ospedali italiani.

L’Aquila è presente, con le storie raccontate da Alessia Fabiani, Alessia Reato, Annalisa Andreoli, Claudia Romani, Simona Molinari, Matteo Vespasiani e Manuel Amicucci. Ci sono anche Roberto CiufoliMartina Stella e Antonella Mosetti.

A raccontare al Capoluogo il progetto #regalaunastoria, un’altra aquilana, Marta Turco, di professione bancaria, che nell’associazione cura la parte social media.

 

Come funziona #regalaunastoria?

“Invitiamo di volta in volta i lettori digitali a videoregistrare in una clip di 2 minuti la loro storia e di inviarla ai contatti di riferimento dell’associazione. Successivamente, dopo essere stata lavorata, è resa fruibile per tutti sui nostri canali social ed inviata, insieme alle altre storie a noi pervenute, alle strutture ospedaliere e casa famiglia con cui collaboriamo da tempo”, spiega Marta Turco al microfono del Capoluogo.

50bb4112-8795-4d74-8f34-e9701c375c3c

“È un progetto ad ampio raggio che, in un momento così delicato per la nostra storia umana, vuole coinvolgere quanti più spettatori possibili piccoli e grandi, in salute e in condizioni più precarie. Infatti, la nostra mission è di fare cose grandi per i più piccoli in corsia e non. Inoltre si vuole sensibilizzare il pubblico più giovane al settore del volontariato rendendolo protagonista nel mettere su carta un vissuto, un’emozione, un’idea in una storia da regalare a chi, spesso suo coetaneo, sta vivendo un momento difficile in una corsia di Oncologia Pediatrica degli Ospedali con cui collaboriamo”, aggiunge.

Per Marta tutto questo ha una speciale funzione: “favorire una circolarità efficace e pro-sociale nella sfera relazionale dei bambini e dei ragazzi dei nostri giorni: sfera in cui poter sperimentare che si appartiene tutti ad un’Unica Storia nei momenti felici e in quelli meno. Ecco perchè il nostro progetto si chiama #regalaunastoria”.

“In questa occasione delicata e di emergenza a causa del Coronavirus abbiamo potuto toccare con mano tanta disponibilità. Per questi ad esempio vorrei ringraziare un personaggio come Martina Stella che non solo ha dato il suo contributo ma ga fatto in modo che grazie al suo nutrito seguito sui coli ci fosse una grandissima condivisione”.

Con l’acquisto di una copia del libro, si consente la stampa di un’altra copia che va in dono ai bambini ospedalizzati.

Il giorno della consegna delle copie donate l’associazione organizza un evento in corsia con le letture del libro e delle nuove storie scritte da bambini o ragazzi per i bambini degenti.

Ovviamente, a causa del Coronavirus, adesso queste attività sono sospese, ma in attesa che le corsie riaprano, “il nostro lavoro continua a distanza e l’energia non manca”, conclude Marta.

Per maggior informazioni la Compagnia del Mantello è presente su tutti i canali, da Youtube al sito ufficiale, oppure sulle pagine Facebook ed Instagram (www.compagniadelmantello.it).

Il contributo di Martina Stella per il progetto #regalaunastoria:

g8

X