Coronavirus, i primi due decessi nella Marsica

Coronavirus nella Marsica: i primi due decessi riguardano due donne anziane.

Una donna di Collarmele e una donna di Avezzano sono le prime persone affette da Coronavirus decedute in Marsica.

Sono due le persone decedute nella Marsica, dopo aver contratto il Coronavirus. In ordine di tempo, la prima è stata una donna di 81 anni, residente a Collarmele. La donna non era segnalata come positiva, ma il tampone effettuato post mortem ha confermato il contagio. Era il terzo caso registrato a Collarmele.

E sempre una donna è venuta a mancare presso l’ospedale G8 dell’Aquila, dove era stata trasferita da Avezzano. La donna aveva 84 anni e aveva anch’essa contratto il Coronavirus.

Al momento, dunque, sono due i decessi di persone con Coronavirus nella Marsica. In totale sono 52 i pazienti deceduti in Abruzzo. Gli ultimi decessi riguardano un 73enne di Atessa, un 69enne di Ortona, un 79enne di Castiglione Messer Raimondo, un 79enne e un 85enne di Montesilvano. Per tutti, spetterà in ogni caso all’Istituto Superiore di sanità attribuire le morti al Coronavirus, in quanto si tratta di persone già affette da patologie pregresse.

Sono inceve 16 i pazienti clinicamente guariti (che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici) in Abruzzo e 7 guariti (che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).