Quantcast

È festa del papà anche in tempo di Coronavirus

Come festeggiare il papà nel giorno della sua festa al tempo del Coronavirus.

È la Festa del Papà, anche se costretti in casa per l’emergenza Coronavirus.

Non è facile trovare lo spirito giusto per festeggiare; senza contare che questo isolamento ha diviso molti nuclei familiari.

A causa del Coronavirus tanti papà sono lontani dai loro figli; perchè bloccati in altre città per motivi di lavoro, ricoverati in ospedale e tanti purtroppo sono i padri deceduti in queste settimane.

Poi ci sono anche i papà separati, il dramma sociale dei tempi odierni, i nuovi poveri secondo alcune statistiche,  che si trovano lontani fisicamente dai propri figli e non hanno la possibilità di vederli nemmeno tramite Whatsapp o Skype.

La Festa del Papà è una ricorrenza piuttosto giovane che risale al ‘900 e cade in un periodo dell’anno che coincide con la fine dell’inverno e l’inizio della primavera.

Nasce complementare alla festa della mamma per festeggiare la paternità e i padri in generale.

Già nel 1871 la Chiesa Cattolica aveva proclamato San Giuseppe (festeggiato il 19 marzo) protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa universale.

Come sintetizzava papa Leone XIII: “In Giuseppe hanno i padri di famiglia il più sublime modello di paterna vigilanza e provvidenza; i coniugi un perfetto esemplare d’amore, concordia e fedeltà coniugale; i vergini un tipo e difensore insieme della integrità verginale. I nobili imparino da lui a conservare anche nella avversa fortuna la loro dignità e i ricchi intendano quali siano quei beni che è necessario desiderare. I proletari e gli operai e quanti in bassa fortuna debbono da lui apprender ciò che hanno da imitare“.

Da Nord a Sud del Paese il papà solitamente viene festeggiato con le zeppole o i bignè di San Giuseppe, con un regalino a tema o ancora con i lavoretti che solitamente i bambini portano da scuola.

Quest’anno, a causa dell’emergenza, tante le pasticcerie e i forni che si sono organizzate con la consegna a casa dei dolci dedicati al papà. Per cui #iorestoacasa ma in qualche modo festeggiamo!

Su Internet, da Youtube a Pinterest, tante le idee per realizzare in casa un bigliettino, un oggettino di pasta di sale, un portapenne con delle vecchie mollette o una saponetta profumata con gli avanzi del sapone solido.

L’importante alla fine sono le piccole cose e i gesti semplici, soprattutto in un momento come questo.

Tanti auguri a tutti i papà!