Quantcast

Bar aperto nonostante il coronavirus, scatta la chiusura

Misure anti coronavirus, ma non per tutti. Polizia chiude un esercizio pubblico regolarmente aperto, in violazione dell’obbligo di sospensione di ogni attività

Lascia il locale aperto violando le norme anti contagio da coronavirus: chiuso un bar ad Avezzano.

Controlli coronavirus. Nel pomeriggio di ieri il personale del Commissariato di Polizia di Stato di Avezzano ha dato esecuzione ad un provvedimento con cui il Prefetto di L’Aquila ha disposto la chiusura di un bar in zona nord della città, per cinque giorni con decorrenza dal termine dall’emergenza epidemiologica in corso.

Nei giorni precedenti, nell’ambito dei controlli volti al rispetto delle prescrizioni di cui ai D.P.C.M. dell’ otto marzo e seguenti, gli agenti del Commissariato di Avezzano avevano accertato che l’esercizio pubblico era regolarmente aperto in violazione dell’obbligo di sospensione di ogni attività.

L’equipaggio della Volante nell’immediatezza aveva intimato la chiusura del bar, contestando al titolare anche la violazione dell’art. 650 del Codice penale (inosservanza dei provvedimenti dall’Autorità, emessi per ragioni di igiene e sicurezza pubblica) che prevede l’arresto fino tre mesi o l’ammenda fino a 206 euro.
L’inosservanza al divieto di apertura era stata segnalata all’Autorità Giudiziaria, al Sindaco ed al Prefetto della Provincia.