Coronavirus, chiesti test rapidi a Pescina

Coronavirus, il sindaco di Pescina ha inoltrato richiesta ufficiale alla Asl per test diagnostici rapidi. "Ritengo urgente e necessario sottoporre al test tutte le persone entrate in contatto con i soggetti contagiati"

Inviata ufficialmente la richiesta di test rapidi diagnostici a Pescina, contro l’emergenza coronavirus.

Lo ha annunciato il primo cittadino Stefano Iulianella. Pescina è una delle comunità marsicane maggiormente colpite dal contagio. Tre i casi registrati sul territorio comunale ad oggi. Il medico residente a Pescina, ma in servizio al Pta Serafino Rinaldi, e due residenti pescinesi. Molti sono stati, fin dalla scorsa settimana, i dipendenti del presidio sanitario, poi sospeso temporaneamente dalla Asl1, ad essere posti in quarantena obbligatoria.

Questo l’annuncio del sindaco, pubblicato anche sui canali social.

“Ho inviato questa mattina una richiesta per l’acquisto di test rapidi diagnostici, che consentono, in pochi minuti, di verificare la positività o meno al #Covid19. Ritengo urgente e necessario sottoporre al test tutte le persone che sono entrate in contatto con i soggetti contagiati, al fine di attivare tempestivamente le azioni più congrue per la gestione degli esiti. Se la Asl non darà seguito alla richiesta di ieri, ci prepariamo al piano B. Intendo mettere in campo tutte le iniziative possibili per preservare la salute pubblica della mia comunità. Questo virus deve essere sconfitto nel minor tempo possibile, per riprendere in mano la nostra vita. Ringrazio per il supporto medico-scientifico il dottor Alessandro Asci“.