Quantcast

Coronavirus, Palazzo Silone chiuso per sanificazione

Coronavirus, Palazzo Silone chiuso per sanificazione dopo che è risultato positivo un dipendente che era rientrato dal Nord. Obbligo di quarantena per tutte le persone entrare in contatto.

Palazzo Silone sanificato in linea con le misure anti contagio Coronavirus/Covid19, previste da protocollo.

Palazzo Silone ospita gli uffici della Regione Abruzzo in via Leonardo Da Vinci è stato chiuso ed igienizzato poiché uno dei dipendenti regionali è risultato positivo al coronavirus.

Il dipendente, da quanto appreso dalla nostra redazione, era stato in vacanza al Nord, poi, una volta rientrato in Abruzzo e tornato a lavoro, aveva accusato dei malesseri compatibili con il Coronavirus.

Di conseguenza il lavoratore è stato sottoposto al tampone per verificare un eventuale contagio ed è risultato positivo al Coronavirus. Per questo si è resa necessaria l’attività di sanificazione dei locali di Palazzo Silone.

Le persone in stretto contatto con la persona risultata positiva al Coronavirus sono state contattate e messe in quarantena.

Gli uffici di Palazzo Silone verranno riaperti probabilmente martedì prossimo.

Per capire meglio la situazione dei dipendenti di Palazzo Silone, Il Capoluogo ha sentito l’assessore regionale al Personale e al Patrimonio Guido Quintino Liris.

“Le indicazioni sono state quelle tese a favorire il contenimento del rischio dei contagi; per questo ktivio tutto quello che non è necessario farlo in ufficio si fa in smart working”, spiega Liris.

“Abbiamo deciso di fare una sanificazione approfondita in modo che potremmo riaperte la settimana prossima, una garanzia in più tanto per gli operatori che per gli utenti di Palazzo Silone”.

Per l’assessore, “ci sono tutte le condizioni per disciplinare la capacità di lavorare da remoto e riducendo la presenza fisica al minimo indispensabile, non per quanto riguarda la Sanità e la Protezione civile. Anche in questa modo diamo una mano a diminuire  la diffusione del contagio del Covid”.

“Sono state obbligate inoltre a fare dei controlli tutte le persone entrare in contatto con il dipendente della Regione risultato positivo”, conclude.

Il video da Palazzo Silone e intervista all’assessore Liris: