Coronavirus, la benedizione dell’ospedale del G8

Benedetto l'ospedale del G8 pronto per fronteggiare l'emergenza sanitaria in atto causata dal Coronavirus. Marinangeli: "Struttura per la terapia intensiva, speriamo ci serva il meno possibile"

Emergenza coronavirus, l’ospedale del G8 torna in funzione. Sabato 14 marzo la benedizione della struttura dedicata ai pazienti Covid 19.

Per sostenere il G8 Covid Hospital Intensive Care è attiva la raccolta fondi promossa dall’associazione onlus V.A.Do. È possibile effettuare donazioni tramite l’iban IT71B0832703601000000003071.

Attrezzati 6 posti per la terapia intensiva, oltre ad una locale di sala operatoria per eventuali urgenze per i contagiati da coronavirus. Una corsa contro il tempo, ma l’obiettivo è stato raggiunto a tempi di record, per fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto, con la sanità d’Abruzzo a rischio collasso.

Pronta la struttura del G8 per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

«La Benedizione di quest’oggi ha un valore particolare. Siamo certi, purtroppo, che sarà necessaria. Rafforziamo, con questa struttura, la terapia intensiva, con la speranza che ci serva il meno possibile, ma consapevoli che sarà utile e preziosa anche per altre Asl e altre Regioni, che in questo momento attraversano situazioni peggiori della nostra», le parole del dottor Franco Marinangeli, direttore UOC Anestesia e Rianimazione P.O. L’Aquila.

Presenti alla cerimonia di benedizione l’assessore regionale Guido Quintino Liris, il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi e l’assessore comunale Carla Mannetti.

Per sostenere il G8 Covid Hospital Intensive Care è attiva la raccolta fondi promossa dall’associazione onlus V.A.Do. È possibile effettuare donazioni tramite l’iban IT71B0832703601000000003071.

g8