Coronavirus, pronto l’ospedale del G8

Coronavirus, pronta la struttura dell'ospedale del G8 a L'Aquila. Disponibili 6 posti in terapia intensiva e una sala operatoria per i contagiati da Covid 19.

Pronta la struttura del G8 per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

 

Emergenza coronavirus, l’ospedale attrezzato a L’Aquila per salvare i grandi della terra in occasione del G8 del 2009, torna in funzione. Sabato 14 marzo la benedizione della struttura dedicata ai pazienti Covid 19.

Per sostenere il G8 Covid Hospital Intensive Care è attiva la raccolta fondi promossa dall’associazione onlus V.A.Do. È possibile effettuare donazioni tramite l’iban IT71B0832703601000000003071.

Attrezzati 6 posti per la terapia intensiva, oltre ad una locale di sala operatoria per eventuali urgenze per i contagiati da coronavirus. Una corsa contro il tempo, ma l’obiettivo è stato raggiunto a tempi di record, per fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto, con la sanità d’Abruzzo a rischio collasso.

Pronta la struttura del G8 per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

La Benedizione avvenuta sabato 14 marzo “ha un valore particolare. Siamo certi, purtroppo, che sarà necessaria. Rafforziamo, con questa struttura, la terapia intensiva, con la speranza che ci serva il meno possibile, ma consapevoli che sarà utile e preziosa anche per altre Asl e altre Regioni, che in questo momento attraversano situazioni peggiori della nostra”, le parole del dottor Franco Marinangeli, direttore UOC Anestesia e Rianimazione P.O. L’Aquila.

 

Sono operativi sei posti letto di terapia intensiva, di fatto già pronti per l’uso e la possibilità di aprire anche una sala operatoria per i malati di coronavirus.”, spiega l’assessore regionale Guido Quintino Liris.

ospedale g8

“Nel G8 ci sarà, inoltre, la possibilità di portare a 30 posti letto la capacità di assistenza respiratoria, assistenza e terapia semi-intensiva. Vanno avanti speditamente i lavori per il triage di Malattie infettive: una nuova struttura per consentire di fare tamponi ai sospetti senza passaggi in Pronto Soccorso, evitando, quindi, il rischio di contaminazione dell’ospedale.”, ha concluso l’assessore.

 

Coronavirus, Marsilio visita l’ospedale del G8

Il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, accompagnato dal vicepresidente Emanuele Imprudente e dall’assessore Guido Quintino Liris, ha visitato nel pomeriggio la struttura del G8 che ospiterà, nell’ambito degli interventi volti alla gestione del Covid-19, posti letto di Terapia Intensiva e di Sub-intensiva. 

Il Presidente ha “manifestato vivo compiacimento e gratitudine per il lavoro che si sta svolgendo, in una situazione emergenziale nella quale il sistema sanitario regionale  sta rispondendo in modo eccellente, attraverso lo sforzo e l’impegno di tutte le sue articolazioni, soddisfacendo anche richieste di ricovero di pazienti provenienti da altre regioni, in quello spirito di collaborazione e sinergia istituzionale”.  Il Presidente ha incontrato gli operatori sanitari e il personale delle ditte che stanno completando l’allestimento della struttura  ringraziandoli per lo sforzo e l’impegno profuso e l’alto senso di appartenenza aziendale”.

Ama

Il Presidente è stato accolto dal prof. Franco Marinangeli, Direttore della U.O.C. Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale dell’Aquila, che ha descritto la struttura, anche per quel che  concerne l’organizzazione, rappresentando che “presso la struttura G8 – esterna ma collegata all’Ospedale San Salvatore-  sono in allestimento n. 6 posti letto di Terapia Intensiva a pressione negativa. Si ritiene che al massimo domattina l’impianto di gestione della pressione sarà attivo e al massimo domenica mattina la terapia intensiva Covid 19 potrà essere pienamente operativa. 

Sempre nell’edificio G8, sono in allestimento ulteriori 24 posti letto di Terapia Subintensiva già dotati di ossigeno e vuoto medicale, che saranno dotati di aria compressa entro la giornata di lunedì, e che permetteranno, in tal modo, di far fronte alla gestione di malati critici per altrettanti pazienti, sebbene incrementabili a 36 laddove necessario (impianti già predisposti). Per il primo modulo di Terapia Intensiva da 6 posti è già attiva una equipe h 24 di 5 Anestesisti Rianimatori, 18 Infermieri professionali, 6 operatori soci sanitari, e 6 specialisti in formazione della Scuola di Specializzazione di Anestesia e Rianimazione dell’Università dell’Aquila. 

Al momento della eventuale attivazione del modulo da 24 posti letto, sarà costituita una seconda équipe autonoma. 

L’edificio G8 ha già da oggi un diretto collegamento con due sale operatorie COVID totalmente autonome e distanti dal restante blocco operatorio. 

Il progetto prevede la totale operatività della Terapia Intensiva generale e del blocco operatorio generale, che dovranno assicurare ai cittadini una sicurezza dei percorsi assistenziali al 100%”.

Quanto sopra, si integra ed armonizza con quanto posto in essere presso la U.O.C. di Malattie Infettive, diretta dal Dott. Alessandro Grimaldi, dove al momento sono ricoverati tutti i pazienti affetti da Covid-19 su 10 stanze a pressione negativa e dove possono essere ospitati sono a 20 pazienti che non necessitano di intubazione.    Presso l’Unità Operativa di Malattie Infettive del P.O. S. Salvatore di L’Aquila è inoltre in corso di completamento una struttura per il triage ed il controllo dei casi sospetti, oltre che per l’eventuale esecuzione di tamponi diagnostici.

Presenti alla visita il Direttore Generale della ASL, Roberto Testa, accompagnato dal Direttore Sanitario, Maria Simonetta Santini, dal Direttore Amministrativo, Stefano Di Rocco e dal Direttore Sanitario del San Salvatore, Giovanna Micolucci.

Il Direttore Generale Roberto Testaha ringraziato per la visita, ulteriore testimonianza della presenza e del supporto delle istituzioni regionali, costante e continuo, alle aziende sanitarie regionali in un momento che mette a dura prova l’intera organizzazione” aggiungendo di aver “avuto modo di apprezzare la dedizione, la rapidità e l’alto livello professionale e di qualità degli operatori tutti dell’azienda che, in un momento altamente critico e di richiesta assistenziale, sta rispondendo instancabilmente anche attraverso l’attivazione, in tempi rapidissimi, di una struttura strategica a livello provinciale e  regionale per la gestione dell’emergenza Covid-19: una grande risposta, da una grande squadra, per una grande emergenza. La costante attenzione verso il personale, risorsa fondamentale in una organizzazione complessa quale quella sanitaria, mi ha indotto a richiedere formalmente al Sindaco dell’Aquila, incontrato nella mattinata, la messa a disposizione di n. 10 alloggi di proprietà dell’Ente da poter utilizzare a servizio degli operatori, istanza che ha avuto immediato accoglimento, a seguito delle richieste di supporto logistico pervenute dal personale sanitario impegnato presso l’Ospedale S. Salvatore dell’Aquila per far fronte all’emergenza Covid-19. Quello del G8 è solo uno degli interventi posti in essere dall’Azienda per far fronte alla situazione emergenziale Covid-19, accanto all’adozione di tutte le misure precauzionali ed operative dettate dalle disposizioni nazionali e regionali, raccordandosi con i competenti organi deputati alla gestione delle emergenze e, nel particolare delle proprie strutture sanitarie, in relazione al continuo evolversi delle necessità sanitarie, predisponendo e realizzando quanto indispensabile ed urgente, sia sul piano organizzativo che strutturale e funzionale”. 

Il Sindaco Pierluigi Biondi, sempre vicino alla ASL e sensibile alle problematiche dei cittadini e degli utenti, ha visitato la struttura nella mattinata rappresentando come “è sorprendente come il sistema sanitario e quello universitario di questa città abbia saputo affrontare l’emergenza coronavirus. Realtà che di fronte a una crisi mondiale hanno dimostrato, una volta di più, una eccezionale professionalità, compostezza e rapidità”.

 

Per sostenere il G8 Covid Hospital Intensive Care è attiva la raccolta fondi promossa dall’associazione onlus V.A.Do. È possibile effettuare donazioni tramite l’iban IT71B0832703601000000003071.

g8