Quantcast

Solidarietà digitale per combattere il Coronavirus: tutti i servizi gratuiti

Solidarietà digitale, Amazon, WindTre, Tim, Vodafone, Gruppo Mondadori. Le grandi imprese e associazioni offrono servizi gratuiti agli utenti delle zone rosse

Amazon, Wind Tre, Vodafone, Gruppo Mondandori, Fastweb, Microsoft e tanti altri. Imprese e associazioni unite nell’iniziativa di solidarietà digitale, nei giorni in cui si chiede a tutti gli italiano di restare a casa, per frenare il coronavirus.

Un incentivo a restare a casa promosso dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, nell’ambito dell’iniziativa di Solidarietà Digitale. Servizi e soluzioni innovative sono quindi a disposizione degli utenti, alcuni però esclusivamente per chi si trova nelle zone rosse, secondo la classificazione del dlcm dell’8 marzo 2020.

Giga di traffico internet illimitati, piattaforme gratuite di smart working, abbonamenti gratuiti per tre mesi ai negazione del Gruppo Mondadori, soluzioni di smart working gratuite per i programmi Microsoft. La lista completa dei servizi è disponibile su questo indirizzo. Per ogni iniziativa di servizi gratuiti è anche indicata la modalità di adesione.

100 Giga gratuiti per 7 giorni da WindTre. L’iniziativa partirà dai clienti residenti nelle zone individuate dal DPCM dell’8/3 e poi proseguirà verso tutta l’Italia. Questa l’iniziativa di Solidarietà Digitale messa in campo da WindTre, che sarà presto estesa a tutta Italia. Giga e traffico voce illimitato fino al 27 marzo 2020 – per tutti gli utenti consumer mobili prepagati TIM, che risiedono in 60 comuni nella provincia di Lodi e in 23 in quella di Padova. Questa l’offerta proposta da Tim. Per i residenti nelle zone rosse, Vodafone elimina i limiti di minuti, SMS e giga. Inoltre, per facilitare le procedure di smart working, prevista l’eliminazione dei limiti di traffico dati sulle SIM voce per le utenze di imprese e partite iva italiane. Le iniziative sono attive per un mese

Microsoft, Cisco Italia e IBM e Connexia mettono a disposizione le proprie piattaforme per lo smart working. La lista è in aggiornamento, con le offerte che potrebbero essere aggiornate nei prossimi giorni. È consigliabile fare riferimento alle indicazioni e alle modalità descritte sul sito https://solidarietadigitale.agid.gov.it .