Quantcast

Coronavirus, il Governo chiude tutte le attività e nomina il Commissario

Coronavirus, chiuse tutte le attività commerciali per 15 giorni. Il Governo nomina Commissario Domenico Arcuri

Coronavirus, chiuse tutte le attività per due settimane e nominato il Commissario.

 

Il premier Giuseppe Conte ha parlato di nuovo alla nazione, dopo che l’Oms ha dichiarato oggi pomeriggio lo stato di Pandemia.

“Chiudono per due settimane parrucchieri, centri estetici e servizi di mensa.  Restano garantiti i servizi pubblici essenziali tra cui i trasporti e i servizi di pubblica utilità. Restano garantiti i trasporti. Chiudono i negozi, i bar, i pub e i ristoranti. Resta consentita la consegna a domicilio. Per le attività produttive va incentivato il più possibile il lavoro agile, incentivate le ferie e i permessi”. Le fabbriche resteranno aperte ma “con misure di sicurezza. “Saranno garantite, nel rispetto della normativa igienico-sanitaria, le attività del settore agricolo, zootecnico, di trasformazione agroalimentare comprese le filiere che offrono beni e servizi rispetto a queste attività”.

Industrie e fabbriche possono continuare a produrre solo se possono adeguare il lavoro alle norme di sicurezza interpersonale. Resta garantito il servizio dei trasporti pubblici, postali ed assicurativi. Saranno garantite le filiere agroalimentari.

Dobbiamo limitare gli  spostamenti, l’effetto lo potremo vedere tra poche settimane’ ha spiegato Giuseppe Conte.

‘Ho fatto un patto con la mia coscienza – ha detto il premier – mettendo al primo posto la salute degli italiani. Dobbiamo chiedere un passo in più agli italiani’.

Coronavirus, Domenico Arcuri è il nuovo Commissario

Conte ha confermato l’imminente nomina di un commissario nella persona di Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia.

‘La sfida del Coronavirus ha messo a dura prova il sistema sanitario nazionale ed ora il sistema economico. Andrà tutto bene e tutto insieme ce la faremo!’

Coronavirus, il governatore Marco Marsilio giusto inasprire le misure per combattere il contagio

‘L’ultimo provvedimento adottato dal Governo va nella direzione giusta, la stessa che le regioni più consapevoli stavano già chiedendo in questi giorni.
L’Abruzzo si è unita alle altre Regioni guidate dalla Lombardia – la più colpita al momento da questa epidemia – per convincere il Governo a inasprire le misure e adottare la massima precauzione possibile per contenere il contagio. Avevamo già preparato un’ordinanza che imponeva una restrizione generale di tutte le attività, e l’avremmo applicata comunque. Tutto questo lo abbiamo fatto nel tentativo di risparmiare al nostro territorio la terribile esperienza che sta vivendo il Nord Italia. Speriamo che questa misura possa aiutarci a evitare il peggio. È il momento di tenere duro, ancora di più”.
Lo ha dichiarato il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.