Coronavirus, la moglie del medico positivo lavora all’Argoli

È una collaboratrice scolastica dell'Istituto Argoli di Tagliacozzo la moglie del medico risultato positivo questa mattina

Lavora all’Istituto Tecnico-Economico per il Turismo “A. Argoli” di Tagliacozzo la moglie del medico di Cerchio risultato positivo al Coronavirus.

L’ufficialità della notizia sul contagio del medico – in servizio non solo al PPI di Pescina, poi sospeso fino a data da destinarsi, ma anche negli ambulatori di Avezzano – è arrivata questa mattina. Dopo un pomeriggio di notizie, poco precise, che si sono diffuse a catena su whatsapp e sui social, è arrivato il sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, a fare chiarezza.

Sul suo profilo Facebook il primo cittadino ha spiegato:

Confermo che la consorte del medico di Cerchio risultato positivo al contagio Covid-19 è una collaboratrice scolastica del plesso ‘A. Argoli’.Non ho notizie ufficiali se le avessero fatto o meno il tampone e quindi non conosco eventuali risultati; nel caso dovessero esserci, saranno immediatamente comunicati. Al momento la Signora non presenta alcun sintomo“.

La dirigente scolastica Patrizia Marziale e il personale dell’Istituto scolastico non sono in isolamento volontario, poiché non è stata riscontrata effettiva necessità di adottare un simile provvedimento precauzionale.

“La signora in questione manca da scuola dalla scorso giovedì 5 marzo. Vi chiedo di rimanere tranquilli e di attenervi alle disposizioni che abbiano già dato: sopratutto non uscire di casa o uscire solo per lo stretto necessario. Lavare sempre e bene le mani e sanificarle con appositi gel e disinfettanti”, ha concluso il sindaco Giovagnorio.

A Tagliacozzo, intanto, da questa mattina gli uffici comunali sono chiusi al pubblico, pur con i dipendenti a lavoro. A rischio chiusura anche il pronto soccorso dell’ospedale Umberto I per problemi legati alla congestione dovuta alle numerose presenze soprattutto dinanzi agli ingressi ambulatoriali.