Quantcast
Sanita'

Coronavirus, cosa cambia all’ospedale dell’Aquila

L'ospedale San Salvatore si prepara a fronteggiare l'emergenza Coronavirus. Ecco cosa cambia.

L’AQUILA – Come cambia l’ospedale San Salvatore per l’emergenza Coronavirus.

“Stiamo lavorando perché la Rianimazione rimanga zona ‘pulita’, ovvero non frequentata da persone esposte al Coronavirus, dopo di che tra Malattie infettive e G8  noi completeremo l’offerta in ambito emergenziale per il Coronavirus”. Così l’assessore regionale e medico, Guido Quintino Liris, al microfono del direttore Roberta Galeotti, ha spiegato come la sanità aquilana si prepara ad affrontare l’emergenza.

Anche il “livello periferico“, può fare la sua parte: “C’è Sulmona che ha messo a disposizione una stanza con terapia intensiava e altre zone della provincia stanno facendo la stessa cosa, adeguando i propri edifici. Questo significherebbe avere la possibilità, con il completamento dei lavori al laboratorio analisi (che è importante perché così i tamponi potrebbero essere fatti direttamente a L’Aquila), e con il Delta Medio che potrebbe tornare in funzione, dare maggiori energie a tutto l’ospedale per la provincia dell’Aquila ma anche per tutta la Regione”.

leggi anche
ospedale avezzano pre triage
Emergenza coronavirus
Coronavirus, come cambia Avezzano
pronto soccorso pescina
Emergenza coronavirus
Coronavirus, chiuso il pronto soccorso di Pescina
itet argoli
Emergenza coronavirus
Coronavirus, la moglie del medico positivo lavora all’Argoli
CORONAVIRUS TERAPIA INTENSIVA
Sanita'
Coronavirus, gli Anestesisti Rianimatori dell’Aquila pronti alla guerra
ospedale g8
Emergenza coronavirus
Coronavirus, pronto l’ospedale del G8