Morte Ruggero Cecala, aperta inchiesta

Aperta un'inchiesta per fare luce sulla dinamica dell'incidente in campagna in cui ha perso la vita Ruggero Cecala, il noto imprenditore aquilano colpito e ucciso da un albero che stava potando.

È stata aperta un’inchiesta per stabilire eventuali responsabilità nella morte di Ruggero Cecala, travolto e ucciso da alcuni rami che stava potando.

Ruggero Cecala era un noto imprenditore molto conosciuto in città; il decesso è avvenuto domenica scorsa, a San Gregorio, mentre era impegnato nella potatura di alcuni salici insieme ai fratelli Maurizio e Gilmondo.

Sulla morte di Ruggero Cecala c’è un fascicolo aperto ed è stata disposta l’autopsia per capire le cause, dal momento che sulla dinamica dell’incidente ci sono ancora alcuni punti da chiarire.

Probabilmente, secondo una prima ricostruzione, Cecala è stato travolto dall’albero, il cui tronco era stato tagliato con una motosega e che, venendo giù, ha preso un’altra traiettoria.

I fratelli che erano con lui lo hanno soccorso immediatamente ma nonostante la corsa in ospedale per l’imprenditore non c’è stato nulla da fare.

Sul luogo dell’incidente sono stati fatti anche dei rilievi; la zona non sembra presentare pericoli particolari.

Come riporta il Centro, Ruggero Cecala era conosciuto da tutti come una persona scrupolosa e attenta; anche i fratelli erano esperti nel taglio e nella potatura degli alberi.

L’incidente sembra piuttosto il risultato di una tragica fatalità. Dopo l’autopsia, la salma verrà restituita ai familiari e fissata una data per le esequie.