Coronavirus, l’Univaq riunisce l’Unità di crisi

Monitoraggio e prevenzione, l'Univaq attiva l'Unità di crisi per il Coronavirus.

Emergenza Coronavirus, riunione dell’Unità di crisi dell’Univaq.

L’Università degli Studi dell’Aquila segue con attenzione l’evoluzione dell’emergenza COVID-19 (Nuovo Coronavirus) per valutare una serie di iniziative di monitoraggio e di prevenzione nel quadro delle direttive nazionali.

L’Unità di Crisi dell’Ateneo, si è riunita il 24 Febbraio alle ore 11,00 presso il Rettorato per valutare ogni possibile sviluppo in corso ed ha assunto decisioni operative, facendo riferimento alle attuali indicazioni del Ministero della Salute e della Regione Abruzzo. Studenti e personale universitario saranno tenuti costantemente aggiornati mediante la mail interna, web e i canali social dell’Ateneo.

«Condividiamo la diffusa preoccupazione impegnandoci a mettere in campo tutte le iniziative e le risorse necessarie per far fronte all’emergenza», ha dichiarato il Rettore Edoardo Alesse, portavoce dell’Unità di Crisi.

Alla riunione ha preso parte anche il GSSI Gran Sasso Science Institute per adottare azioni coordinate in caso di necessità. L’Ateneo e il GSSI si sono coordinati per monitorare tramite l’unità di crisi, attiva H24 l’evolversi della situazione, tenendo aggiornati studenti, personale universitario e cittadinanza.