L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Sport

Sci alpino, l’abruzzese Giulia Valleriani sul podio del Criterium

Sbarca in Abruzzo la competizione Criterium interappeninico dedicata allo sci alpino. Sul podio anche l'abruzzese Giulia Valleriani.

Sono stati tre giorni intensi di sci alpino quelli che hanno contraddistinto l’Abruzzo.

Tra gli atleti che si sono distinti, anche l’abruzzese Giulia Valleriani, sul podio del Criterium interappenninico di Sci alpino.

Il Criterium Interappenninico di sci alpino è sbarcato in Abruzzo e ha coinvolto i migliori talenti (Under 14 e Under 16 d’Italia), perché questo evento ha una grande valenza tecnica ed è considerato un banco di prova importante da tutti i tecnici federali e dagli addetti ai lavori.

A ospitare la prestigiosa manifestazione è stata la stazione sciistica di Ovindoli, ma in una delle sessioni di gara si è disputato anche uno spettacolare “Parallelo” nella vicina Campo Felice.

E’ stato un successo di partecipazione (circa 300 gli atleti presenti), ma anche qualitativo, perché sono scesi in pista anche atleti di cui sentiremo tanto parlare in futuro.

Questi i vincitori della classifica combinata (somma dei punteggi ottenuti nelle tre discipline: slalom speciale, slalom gigante, super gigante): Carlotta Caloro nei Ragazzi F (Campania), Alessandro Quaranta nei Ragazzi M (Campania), Giulia Valleriani negli Allievi F (Giulia è abruzzese, tesserata con lo Sci Club Eur), Diego Bucciardini negli Allievi M (Toscana).

La classifica per comitati del Criterium Interappenninico 2020 di sci alpino premia il Comitato Campano con un punteggio di 2421, davanti al Comitato Appennino Toscano 2197 e il Comitato Appennino Emiliano 1641.

Ai piedi del podio il Comitato Abruzzese 1228, quinto il Comitato Lazio-Sardegna 988. Sesta la Liguria 365, poi il Comitato Siculo 26, quello Umbro-Marchigiano segue con 8, infine nona piazza per il Comitato Molisano 3.

L’Abruzzo ha quindi retto bene sotto tutti i punti di vista, anche dei risultati ottenuti.

“L’organizzazione – si legge in una nota – ha effettivamente compiuto un mezzo miracolo se si considera lo scarso innevamento che ha penalizzato giocoforza un po’ tutta la stagione. Eppure le società di riferimento dell’organizzazione (Sci Club Ovindoli, Sci Club 2000 Ovindoli e Ovindoli Extreme, con il supporto fondamentale della Monte Magnola Impianti e delle varie associazioni che hanno collaborato – Croce Rossa, Alpini, Pro Loco – oltre al Comune di Ovindoli) non si sono fatti demoralizzare, hanno lavorato sodo e sono state in grado di presentare dei tracciati considerati perfetti da chi li ha calcati”.

“Insomma, l’esame è stato superato – conferma il presidente della Fisi abruzzese Angelo Ciminelli – con ottimi voti. Sappiamo tutti che quest’anno è stato davvero avaro di neve, ma l’abruzzese per indole non molla mai. E’ stato un lavoro duro, durato oltre un mese, pensiamo di aver lasciato a tutte le delegazioni di ogni dove un bel ricordo. L’Abruzzo può crescere anche così, testa bassa e lavorare. Lo sci insegna”.

X