Cristiano Malgioglio, a L’Aquila Danzando Danzando

L'intervista esclusiva del Capoluogo a Cristiano Malgioglio dopo la sua performance aquilana: "siete un popolo meraviglioso!".

“Cantare su un palco all’Aquila mi ha dato tanta energia positiva, siete un popolo forte, avete sofferto tanto in questi anni e spero di avervi portato un sorriso e sana allegria!”.

È emozionato Cristiano Malgioglio durante l’intervista rilasciata in esclusiva al Capoluogo, dopo la sua prima volta all’Aquila, dove ha partecipato da vera superstar al Novecento10, alla festa di Carnevale organizzata da Marcello Di Giacomo.

malgioglio
malgioglio

Malgioglio è salito sul palco sulle note della sua “Maior Golpe do Mundo” e ha continuato per più di un’ora, da vero show man, alternato i suoi successi ad alcune canzoni italiane famose degli anni ’60, ’70 e ’80.

Cristiano Malgioglio è l’opinionista per eccellenza della tv italiana ma anche un cantante e un paroliere che ha dato tanto alla canzone italiana, scrivendo alcuni dei testi più belli per autori come MinaMilva, Ornella Vanoni o Giuni Russo.

malgioglio

Il Capoluogo ha intervistato Cristiano Malgioglio il giorno dopo della sua performance aquilana, che ha registrato un sold out in una serata caratterizzata da tanta allegria tipica del Carnevale.

malgioglio

Ho trovato un popolo allegro e bellissimo – dice – voi aquilani sapete emozionare. Quando hai un pubblico che ti corrisponde così positivamente è ancora più bello lavorare. Ho pensato alla tragedia che vi ha colpito, io non conoscevo la città ma ho visto tanta forza e voglia di andare avanti”.

malgioglio

Nonostante non sia mai stato all’Aquila, Cristiano Malgioglio in qualche modo è legato alla città, da un rapporto di grande stima professionale nei confronti di una collega nostrana: Simona Molinari.

“Ho avuto modo di apprezzarla in diverse occasioni – spiega – ha lavorato con me al programma La Repubblica delle donne. Simona è bravissima, mi piace molto, merita davvero tanto di più dalla sua vita artistica”.

malgioglio

La Repubblica delle donne è la trasmissione che lo vede impegnato in questo momento e a cui è molto legato: “un programma elegante, raffinato e di livello, adatto alle mie corde e al mio profilo artistico e professionale”.

Non solo tv; recentemente ha lavorato anche ad un grande progetto/evento musicale; ha scritto infatti la canzone per Albano e Romina, che li ha visti tornare in duetto dopo 25 anni.

Insomma tanta energia e ancora tanta voglia di fare?

“Certo! Io amo il mio pubblico, mi da stimoli quotidiani. Non mi guardo mai indietro, il passato deve rimanere lì dove sta! Ho ancora tanti sogni, per esempio mi piacerebbe lavorare a un film con Pedro Almodovar, in qualsiasi ruolo, anche chiuso dentro un sacco!”.

“Per ora amo ancora tanto il mio lavoro, quando diventerò anziano e non avrò più voglia allora mi fermerò per riposarmi. Non voglio diventare un personaggio patetico, per adesso continuo a dare ancora molto filo da torcere ai giovani!”.

A breve la tv italiana ricorderà Mina, in occasione del suo 80esimo compleanno, avete lavorato insieme, ti piace questo tributo che le verrà riservato?

“Non è bello ricordare i compleanni, io non so se lei sarà felice di questa cosa, io la ricordo sempre con un grandissimo affetto e anzi, voglio approfittare di questo spazio sul Capoluogo per mandarle un grandissimo abbraccio!”.

Tante canzoni scritte, ognuna con un significato diverso, qual’è quella che esprime più Cristiano e alla quale sei affezionato?

“Le mie canzoni per me sono come dei figli e la mia canzone più bella è il mio pubblico“.