Carnevale 2020, carri allegorici a Cesaproba

Carnevale 2020, si rinnovano i festeggiamenti a Cesaproba con i tipici carri allegorici.

A Cesaproba di Montereale, tutto pronto per festeggiare il Carnevale con la caratteristica sfilata di carri allegorici.

Domenica prossima, 23 febbraio, grande festa di Carnevale, nel rispetto del divertimento e della tradizione, a Cesaproba di Montereale popoloso centro dell’Alta Valle dell’Aterno.

Il Carnevale rappresenta uno dei riti più antichi del folclore di tutti i popoli a partire dagli Egizi, fin dai tempi delle dinastie Faraoniche, ai Greci che lo celebravano in onore di Bacco: dio del vino e della vita.

La prima espressione carnevalesca dei romani, per rimanere nel nostro Paese,furono i “Saturnali” in onore del Dio Saturno.

In questo periodo tutte le leggi e le regole che disciplinavano i rapporti sociali venivano sospese.

La cultura e le tradizioni dei vari popoli sono un patrimonio da difendere e diffondere, una chiave di lettura indispensabile alla reale conoscenza della nostra storia e dei suoi usi e costumi.

Codesta è una circostanza di totale e assoluta libertà dove tutto è lecito poiché ognuno si spoglia dei suoi abiti tradizionali per lasciare spazio alle risate, ad un sano sfottò, allo scherzo.

Come dire ad una reale materialità.

La caratteristica manifestazione cesaprobana negli ultimi anni aveva sfilato con carri allegorici che facevano invidia a quelli di Venezia per la loro bellezza e richiamava una vasta partecipazione di pubblico proveniente da tutti i comuni limitrofi.

Quest’anno, sperando in un analogo successo, si è voluto rilanciare alla grande e per domenica prossima alle ore 14.30 è prevista la classica sfilata con carri improntati all’attualità, alla satira politica, ai cartoni animati per stimolare la fantasia e la creatività dei più piccoli.

Inutile dire che fervono i preparativi. Essa è organizzata dal popolo di Cesaproba, riunito nell’ Associazione culturale “Carnevale storico Cesaprobano” nell’intento di dare lustro e portare quella ventata di sana allegria di cui necessitano i nostri borghi specialmente in questo periodo dell’anno in cui vige una calma tipica dell’inverno in montagna.

Sono dei bei momenti di socialità di cui il territorio ha urgentemente bisogno in cui esplode il divertimento in un tripudio di colori, suoni, coriandoli e stelle filanti che avrà il suo apice con la grande sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati.

Parliamo della manifestazione di Carnevale più grande dell’Abruzzo aquilano.

La variopinta manifestazione ha il patrocinio della Regione Abruzzo, Consiglio Regionale, Provincia dell’Aquila, Comune di Montereale, A.C. Capitonius, Associazione la Fontana, Proloco Ville di Fano, Campotosto, confraternita Sant’Agnese, Associazione culturale Cesaproba 96, Asc calcio Cesaproba.

A dimostrazione della fattiva collaborazione per gli eventi del territorio partecipano con un loro carro: Ville di Fano, Campotosto e, per la prima volta, Capitignano e Castiglione di Montereale.

Il vecchio motto secondo cui “Carnevale ogni scherzo vale”, qui è pienamente rispettato e gli organizzatori si sforzano al limite delle proprie possibilità mettendo anima e cuore nella fase progettuale e di realizzazione vera e propria dei carri.

A titolo di cronaca ci sono volute ore e ore d’impegno e di lavoro, iniziato molto tempo prima per essere puntuali all’appuntamento di domenica prossima “Confidiamo” dicono gli organizzatori in una massiccia partecipazione e ringraziamo fin d’ora quanti, a vario titolo, hanno collaborato alla buona riuscita dell’evento.

Lo stesso si concluderà con l’Addio al RE Carnevale all’interno dei locali del Centro Sociale in piazza Lucia Fluttuante.

A cura dell’organizzazione saranno serviti pasta, bevande e dolci tipici di Carnevale e si rinnoverà l’appuntamento per il prossimo anno.