L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

A25, primi sospetti per i sassi lanciati su auto Fresi e Benvenuti

Si stringe il cerchio intorno a un gruppo di adolescenti che avrebbero lanciato i sassi dal cavalcavia della A25 colpendo l'auto degli attori Fresi e Benvenuti.

Sarebbero degli adolescenti gli autori del lancio dei sassi dal cavalcavia della A25, che hanno colpito la macchina degli attori Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi.

Queste le risultante delle prime indagini sul caso del lancio dei sassi dalla A25 all’altezza del casello di Avezzano, sul quale è a lavoro la Polizia stradale di Pratola Peligna.

Si stringe quindi il cerchio intorno a un gruppo di giovanissimi, che sarebbero i responsabili di un gesto folle che, fortunatamente, non ha avuto gravi conseguenze.

I due attori Stefano Fresi e Alessandro Benvenuti stavano viaggiando sulla A25 domenica 9 febbraio, di ritorno dall’unica tappa abruzzese a Gessopalena del loro spettacolo “Don Chisciotte”, quando un sasso ha colpito la loro auto, investendoli con le schegge del vetro andato in frantumi.

Alla guida della macchina c’era Fresi, che è riuscito a raggiungere l’autogrill Montevelino Nord a Magliano dei Marsi, dove si sono fermati per chiedere aiuto.

Come riporta Il CentroStrada dei Parchi ha deciso di intensificare i controlli sulla A25 e su tutta la tratta autostradale, in particolare a ridosso dei cavalcavia.

Secondo i rilievi eseguiti sul posto dal personale della società autostrade sarebbero state lanciate almeno 8 pietre, recuperate sull’asfalto.

“I controlli – fa sapere Strada dei Parchi – avverranno attraverso il personale di strada, che già vigila 24 ore su 24, il tratto autostradale, concentrando l’attenzione nelle vicinanze degli oltre 70 cavalcavia che attraversano A24 e A25”.

Benvenuti, il giorno dopo, è riuscito comunque a scherzare sull’accaduto, rassicurando il suoi followers tramite un post sul suo profilo Instagram: “se sei buono ti tirano le pietre”, ha scritto, citando la nota canzone di Antoine del 1967.

X