L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Aeroporto dei Parchi, l’area verde a disposizione della città

Velivoli da turismo all'Aeroporto dei Parchi. Intanto la Sunrise Aviation annuncia la riqualificazione dello spazio verde da mettere a disposizione della città.

L’AQUILA – Dopo l’affidamento della gestione dell’Aeroporto dei Parchi la Sunrise Aviation annuncia: “Pronti a rilanciare lo scalo e a mettere l’area verde a disposizione della città”.

“Siamo pronti a dare inizio con grande entusiasmo a questa nuova avventura che ha come obiettivo il rilancio di una struttura e di uno spazio verde, attualmente in degrado che, a nostro avviso, deve essere un punto di riferimento sociale e di frequentazione della città capoluogo di regione. Il tutto in un sistema che non prevede uno scalo commerciale: sarà un aeroporto a tutti gli effetti che non sarà interessato da tratte giornaliere ma da una serie di attività legate al volo e alla formazione”.  Dopo la ufficializzazione dell’affidamento alla Sunrise Aviation S.r.l., del gruppo Silveri, dell’Aeroporto dei Parchi da parte Comune dell’Aquila, parlano per la prima volta i rappresentanti del sodalizio che già operava nello scalo che si trova nella frazione aquilana di Preturo, con il suo Centro di addestramento per piloti civili. In particolare, illustrano “i principi ispiratori dell’azione di rilancio” i fratelli Martina e Simone Silveri, rispettivamente accountable manager e pilota di aerei, e Marco Macchi, ex comandante Alitalia. Martina Silveri è l’amministratore della Srl, gli altri due i soci. In altre divisioni del Gruppo Silveri lavora il consigliere comunale Roberto Junior, cugino di Martina e Simone.

“Senza peccare di immodestia, – spiegano i soci – vogliamo sottolineare che il nostro è un progetto ambizioso perché prevede, oltre alla mission legata all’attività dello scalo aereo, la realizzazione di lavori e di bonifiche perché l’area sia a disposizione della città e dei cittadini. Non a caso, è prevista la riqualificazione dell’intera, amplissima, area verde, che negli ultimi anni è rimasta chiusa anche per le normative e le prescrizioni legate allo scalo commerciale. In questo senso, verrà bonificato il laghetto che per il degrado attuale non è neppure visibile”.

La società si è aggiudicata il bando indetto dal Comune dell’Aquila a luglio 2019, in virtù della migliore offerta relativa al “progetto di utilizzo del complesso aeroportuale”, alla “proposta di riqualificazione e manutenzione degli edifici, del laghetto e degli spazi verdi”, e alla “migliore proposta economica”. L’affidamento è stato ufficializzato con l’approvazione della determina del 28 gennaio scorso a firma del dirigente del Comune dell’Aquila, Fabrizio De Carolis, responsabile unico del procedimento. La concessione avrà una durata di venti anni e la Sunrise Aviation S.r.l.  si è impegnata a versare al Comune, proprietario del bene, una quota pari al 10% annuo dell’importo totale di tutti i ricavi derivanti dalle varie attività svolte nello scalo, più un canone annuo di 6.400 euro. L’area aeroportuale ha una estensione complessiva di 150 ettari, ed è dotata di una pista in conglomerato bituminoso lunga 1.410 metri e larga 26 metri. Ospita anche la base operativa dell’elisoccorso del 118 costituita da una piazzola con il relativo hangar. La società non è ancora entrata in possesso dell’area. Dopo l’affidamento, infatti, sarà necessario il completamento di un percorso burocratico che prevede, tra le altre cose, la firma del contratto e la riconsegna da parte del vecchio gestore.

“All’Aeroporto dei Parchi – spiegano i rappresentanti della Sunrise – atterreranno velivoli da turismo: lo scalo sarà un punto di riferimento nazionale per appassionati di volo, di sport aeronautici e per la formazione di piloti. Dal 2011 nella struttura è operante la Sunrise Aviation Ato, scuola di volo che ha formato negli anni decine di piloti che lavorano tutti, alcuni dei quali comandanti in compagnie ufficiali. Il progetto prevede, tra le altre cose, bar, ristoranti, sale meeting per eventi e fiere, aree verdi attrezzate. “Il nostro sarà un investimento completamente privato, questo fa capire quanto siamo motivati nel porre in essere un intervento che riconsegni un’area importante alla città e al territorio, nella consapevolezza che sentiamo molto profondamente di essere gestori di una struttura pubblica che deve avere finalità collettive”, conclude Martina Silveri.

X