Quantcast

Abusi su minore e stalking, condannato 41enne aquilano

5 anni e 8 mesi per un 41enne aquilano, accusato di aver abusato di un minore e di stalking nei confronti della famiglia del piccolo.

È stato condannato a 5 anni e 8 mesi con l’accusa di abusi su minore e stalking un 41enne aquilano.

Lo stalking è stato perpetrato nei confronti della famiglia del minore abusato.

La condanna è stata chiesta dal sostituto procuratore della Repubblica David Mancini.

Dal momento che si tratta di un minore, proprio per tutelare quest’ultimo visto che ci sono anche dei rapporti di parentela tra l’imputato e la famiglia vessata, non sono state rese le generalità e non sono stati forniti particolari utili al riconoscimento. 

L’uomo condannato è un perito informatico; proprio grazie a queste sue competenze, ha creato diversi profili sui social con i quali ha reiterato lo stalking nei confronti dei familiari del minore.

L’imputato era assistito dall’avvocato Fabio Alessandroni, mentre la parte lesa dall’avvocato Antonello Carbonara. Le altre parti civili sono state rappresentate dagli avvocati Massimo Manieri, Gaetano Isidori e Guglielmo Santella.

Come riporta Il Messaggero, per creare i falsi profili ha utilizzato i dati di alcuni suoi colleghi del call center presso il quale era assunto.

Aveva registrato in maniera fittizia alcuni dati di uno dei genitori del minore sul portale dell’INPS e anche il decesso del papà; inoltre aveva inserito il numero di cellulare della mamma su un sito di incontri.

Sempre per lo stalking, ha spiato la famiglia del minore, controllandoli e riferendo anche di questa attività di osservazione con frasi minacciosa.