Raccolta differenziata, basta poco che ce vò!

Raccolta differenziata: basta poco che ce vò! Il Capoluogo si destreggia tra carta, cartone, tetrapak e alluminio, per capire cosa buttare, dove e perchè.

“Il tetrapak dove va?”, “e l’alluminio?”, “gli oli esausti?”, “le pile dove le metto?”, sono tra le domande più frequenti quando, a tu per tu davanti i secchi della spazzatura, non si sa come destreggiarsi consapevolmente con la raccolta differenziata.

L’Asm ha distribuito gratuitamente nelle edicole aquilane ed è anche scaricabile dal sito, l’Ecocalendario 2020, dove, oltre ai giorni dedicati alla raccolta differenziata, sono indicate anche alcune regole “di buona condotta”, per non incorrere in errori molto comuni.

Raccolta differenziata ma non solo,  nell’Ecocalendario è spiegato anche come buttare alcuni rifiuti che non vanno assolutamente nella differenziata, come le pile, i medicinali scaduti, i piccoli elettrodomestici come un telecomando o i cavetti elettrici.

Per quelli c’è il Centro di raccolta rifiuti dell’Asm che si trova a Bazzano, dove è possibile conferire personalmente piccoli e grandi ingombri, come elettrodomestici, mobili, pneumatici ma non solo.

Accanto le due isole ecologiche presenti in città, una su Viale Duca degli Abruzzi e l’altra su Via Alcide De Gasperi, ci sono degli spazi appositi per pile, medicinali e piccoli apparecchi elettronici.

Va ricordato che chi abbandona rifiuti ingombranti accanto i cassonetti della differenziata o peggio ancora in campagna, va incontro sanzioni molto salate, che vanno da multe fino a 600 euro per i privati e, al reato penale, per i possessori di partita Iva.

Presso il Centro di raccolta dell’Asm di Bazzano, possono essere conferiti anche pneumatici, piccoli pezzi di cartongesso ma non ad esempio i barattoli di vernici, che vengono considerati rifiuti tossici e possono essere riportati nel negozio dove sono stati acquistati.

Dove mettiamo gli oli alimentari esausti? Ad esempio quello di una frittura o della scatoletta di tonno, possono essere raccolti in una damigiana, in un contenitore e buttati nelle campane che si trovano vicino ai secchi della differenziata e in diversi punti della città.

Di seguito il video del Capoluogo, dove le “esperte in spazzatura e raccolta differenziata” Roberta Galeotti Loredana Lombardo, spiegano come differenziare carta, plastica, alluminio e tetrapak.