Ance Abruzzo, Pietro Antonio D’Intino è il nuovo presidente

Il nuovo Presidente dell’ANCE Abruzzo è Pietro Antonio D’Intino, eletto all’unanimità dall’Assemblea regionale nella riunione del 28 gennaio a L’Aquila.

Il nuovo Presidente dell’ANCE Abruzzo è Pietro Antonio D’Intino, eletto all’unanimità dall’Assemblea regionale nella riunione del 28 gennaio a L’Aquila.

D’Intino è un imprenditore edile pescarese che opera nel settore da oltre trent’anni, amministratore unico della società Madis Costruzioni srl specializzata nel settore della ristrutturazioni edili.

Si è sempre occupato di costruzioni, con passione e professionalità, ricevendo diversi riconoscimenti per le opere eseguite, ha promosso diversi progetti d’arte che si sono distinti anche a livello internazionale, è inventore del brevetto MADIS ROOM, la stanza antisismica che protegge dal terremoto.

Da sempre molto attivo nel sistema associativo dell’ANCE, negli anni ha ricoperto diverse cariche tra le quali si citano: Presidente di ANCE Abruzzo, Componente del direttivo di ANCE Pescara, Presidente del FORMEDIL (Scuola Edile /CPT) Pescara, Presidente del CVAC (Comitato per la Verifica degli adempimenti contributi di ANCE Nazionale), Componente dei Comitati di Presidenza e Giunta di ANCE Nazionale; Componente della Commissione Rapporti Interni di ANCE Nazionale. Attualmente è Componente elettivo del Consiglio Generale di ANCE Nazionale, Componente del Direttivo di ANCE Chieti – Pescara, Consigliere di Amministrazione della Edilstampa (società editrice dell’ANCE Nazionale), Presidente del Consorzio ISEA.

Con la presidenza di D’Intino si avvia il percorso del sistema ance regionale secondo il nuovo Statuto, aggiornato dal Past President Armando Di Eleuterio, in linea con le indicazioni nazionali per rendere ancora più efficaci e stabili i rapporti e le sinergie sia interni al Sistema che in rapporto con il mondo imprenditoriale, istituzionale e sociale.
Il nuovo Statuto valorizza, tra l’altro, l’appartenenza delle imprese al Sistema ANCE, che, secondo contrattazione collettiva, garantisce servizi reali e prestazioni in materia di salute e sicurezza, retribuzione e welfare dei lavoratori.
Il Codice Etico ANCE segna inoltre la severa volontà di autoregolamentazione dell’Associazione affinché le imprese sane e corrette si sentano pienamente rappresentate.
Il neo Presidente ha rivolto un sentito ringraziamento al Past President Di Eleuterio, ai Vice Presidenti ed ai Consiglieri per il lavoro svolto con competenza e dedizione durante il mandato.

Nel settore delle costruzioni emergono “timidi segnali positivi” ma nessuna inversione di tendenza – ha commentato il neo presidente D’Intino, subito dopo l’elezione – L’economia nel corso dell’ultimo decennio ha vissuto una grande recessione ed ancora non vengono recuperati i livelli pre crisi.
In questo senso, continua a mancare il fondamentale apporto delle costruzioni che, invece, permetterebbe di recuperare mezzo punto di Pil all’anno.
Anche i lavori di ricostruzione post sisma 2009 e 2016 non hanno generato gli effetti auspicati sull’intera economia regionale, nonostante le nostre imprese hanno dimostrato esperienza, capacità innovativa ed alta specializzazione, qualità che, come ANCE, intendiamo valorizzare ed esportare, mediante azioni di confronto e collegamento strategico con tutti i soggetti pubblici e privati a vario titolo coinvolti ed interessati ai processi di ricostruzione e rigenerazione urbana sostenibile.
Il lavoro da fare è tanto, richiede uno sforzo corale ed il tipico ottimismo dei costruttori per cui, in ogni opera, l’importante è posare la prima pietra.