Sulmona, fuga dalla Giunta: lasciano in 4

Il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, rimane con un solo assessore. Tutti gli altri pronti a lasciare.

SULMONA – Biagi, Tirimacco, Mariani e Fasciani pronti a lasciare la Giunta.

L’annuncio era arrivato da Bruno Di Masci durante l’ultimo Consiglio comunale, ma adesso c’è anche la data: nella giornata di domani, martedì 21 febbraio, l’assessore Mauro Tirimacco e il vicesindaco Luigi Biagi lasceranno la Giunta guidata dal sindaco Annamaria Casini. Pronti a lasciare anche Stefano Mariani e Pierino Fasciani. A quel punto il sindaco Casini rimarrebbe con la sola Manuela Cozzi.

A questo punto la scelta è tra le nuove elezioni a primavera o il commissariamento dino all’anno prossimo: “E la decisione – spiega Il Messaggero – è ora paradossalmente proprio nelle mani del primo cittadino che, a questo punto, o prende atto di non aver la maggioranza e si dimette o tira dritto come ha detto più volte di voler fare, spalancando le porte all’arrivo del commissario prefettizio dopo il 21 febbraio quando sarà l’opposizione a mandarla a casa. Con la città che dovrà aspettare oltre un anno per rieleggere il sindaco e una nuova amministrazione. Ipotesi quest’ultima, sponsorizzata dallo stesso Pd che, dopo aver chiesto fino all’altro giorno al sindaco di liberare la città, ha fatto chiaramente capire di non sentirsi pronto per affrontare una durissima battaglia elettorale già dal mese di febbraio”.

Oltre all’annuncio relativo agli assessori, Di Masci ha anche annunciato querela nei confronti dei vertici provinciali del PD: “Querelo Piacente perché noi non possiamo essere espulsi in quanto non abbiamo rinnovato la tessera di partito”.