Cotugno, dopo la protesta arriva il Musp

Manca poco al trasferimento di otto classi del Cotugno nel Musp che ospitava le Maestre Pie Filippini. C'è la delibera del Comune.

L’AQUILA – Musp Cotugno, ci siamo. È arrivata la determina del Comune dell’Aquila per la concessione, in uso temporaneo, del Musp delle Maestre Pie Filippini al Liceo.

Uno step burocratico necessario, prima di rendere concreto il trasferimento e di consentire l’utilizzo del Musp agli studenti del Liceo Cotugno, da anni ormai sparpagliato in diverse sedi in città.

Nei giorni scorsi l’ennesima protesta, da parte dei rappresentanti d’istituto, a denunciare un nuovo allungamento dei tempi. Poi la rassicurazione da parte della provincia. Il vice presidente Vincenzo Calvisi, con delega all’Edilizia Scolastica, aveva spiegato alla nostra redazione: «Entro fine gennaio il Musp sarà a disposizione del Liceo Cotugno. Ci scusiamo per il disagio creatosi intorno alle aspettative di studenti e famiglie. Ci sono stati alcuni ostacoli dovuti a fattori tecnici e burocratici».

Risolti gli inconvenienti, ora il Musp, passato alla provincia a titolo oneroso – e assegnato proprio dalla provincia al Cotugno – ospiterà gli studenti del Liceo. Se burocraticamente la delibera serviva a definire la convenzione tra Provincia e Comune, la Provincia stessa si è ritrovata anche a dover effettuare degli interventi di manutenzione all’interno dei locali. Altra ragione, questa, che ha reso inevitabile l’allungamento dei tempi.

Il Musp, infatti, doveva essere consegnato ad ottobre, poi a novembre e, infine, alla data del rientro degli studenti a scuola, dalle vacanze di Natale. Quindi il 7 gennaio. Il nuovo slittamento aveva fatto scattare la protesta. Sono bastati pochi giorni, però, per risolvere anche la pratica della convenzione, con la determina emessa dal Comune, come riporta Il Centro. Nell’atto si stabilisce l’affitto del Musp da parte della Provincia per oltre 5700 euro al mese. Ora, salvo ulteriori contrattempi, la struttura passerà provvisoriamente al Liceo Cotugno, per ospitare otto classi della scuola. Il Liceo  resterà, tuttavia, diviso in quattro sedi.