Per la morte di Bettina scatta la denuncia

Arrivato il nulla osta per i funerali di Bettina che si svolgeranno lunedì 30 dicembre alle 15,30 nella chiesa S. Giovanni Battista di Pile.

Per la morte di Bettina scatta una denuncia.

Si chiamava Maria Giolini ma tutti all’Aquila la conoscevano come Bettina.

Bettina è scomparsa il giorno di Natale in un letto d’ospedale; adesso per fare luce sulla sua morte gli amici di sempre, quelli che l’hanno accudita fino all’ultimo, hanno sporto denuncia.

Bettina è morta all’ospedale San Salvatore; i funerali dovevano svolgersi ieri, venerdì 27 dicembre, ma sono stati rinviati a lunedì 30.

Gli amici che l’hanno seguita, che sono stati con lei in ospedale e che l’hanno coinvolta durante la sua vita molto difficile in tante attività, hanno deciso di fare la denuncia.

La denuncia per fare chiarezza sulle cause della morte di Bettina è stata consegnata la mattina del 27 in Tribunale e da lì poi l’annullamento delle esequie che si sarebbero dovute svolgere alle 15,30.

Una folla commossa intanto aveva già reso l’ultimo omaggio a Bettina nella camera ardente dell’obitorio dell’ospedale; i tanti amici, le persone che hanno apprezzato la sua semplicità e la sua allegria.

Una vita, la sua, avversa e ingiusta che fin da bambina l’ha costretta a crescere da sola e a non arrendersi mai.

Questa mattina, dopo l’autopsia svolta dall’anatomopatologo Giuseppe Calvisi è stato rilasciato il nulla osta per le esequie dal magistrato Fabio Picuti.

I funerali si svolgeranno lunedì 30 dicembre alle 15,30 nella chiesa San Giovanni Battista di Pile.