Appalti scuole Marsica, assolti Del Corvo e 9 tra imprenditori e tecnici

Appalti milionari per i lavori post sisma nelle scuole marsicane. Assolto l'ex presidente della provincia Antonio Del Corvo e altri 9 tra imprenditori e tecnici.

L’AQUILA – Ristrutturazione scuole, gli appalti gestiti dalla Provincia dell’Aquila, per alcune scuole marsicane, furono assegnati regolarmente.

Lo ha stabilito il Tribunale dell’Aquila, che ha spazzato via le accuse contro l’ex presidente della Provincia Antonio Del Corvo, e a carico di tecnici ed imprenditori finiti sotto accusa.

L’unica condanna è stata emessa contro l’ex manager Valter Angelo Specchio. Quattro anni e cinque mesi per peculato in relazione ad uso spregiudicato dell’auto di servizio. Per lui anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Tra 90 giorni i perché della sentenza.

I capi di imputazione contestati – come riporta il quotidiano Il Centro – erano numerosi, ma, fatta eccezione per qualche caso di prescrizione, sono caduti tutti. La Procura aveva chiesto 2 anni e 10 mesi per Antonio Del Corvo, per falso, truffa e abuso d’ufficio. L’ex presidente della Provincia è difeso dagli avvocati Antonio Milo e Carlo Benedetti.

Tutti gli altri imputati sono stati assolti quasi sempre con formula piena. Scagionati dall’accusa gli ingegneri avezzanesi Amedeo Figliolini e Cesidio Serafini, oltre a Domenico Cifani, architetto di Goriano Sicoli. Assolti da turbativa d’asta anche gli imprenditori sardi Maurizio De Pascale e Stefano De Pascale e Giancostantino Pischedda, rispettivamente titolari di un’impresa di cui Pischedda era procuratore speciale.

Assolto, inoltre, da tentata truffa Francesco Rossano Palazzo, pugliese, che nella veste di titolare di una ditta di impianti tecnologici doveva realizzare un monitoraggio online dei lavori in corso. Scagionato anche l’imprenditore di Nereto Ronald Vanni, accusato di falso. Giudicato corretto anche il comportamento del celanese Giuseppe Fantozzi, imputato per tentata truffa.