Quantcast

TARI, riduzione del 20% per i nuovi residenti

TARI, la Commissione Bilancio approva, ma è polemica sulla riduzione del 20% a tutti i nuovi residenti. Ecco perché.

Commissione Bilancio, approvata la TARI: riduzioni del 20% per i nuovi residenti. Mancini presenta emendamento per escludere chi ha già avuto un contributo per l’aquisto di casa fuori città.

«Regolamento invariato, l’unica riduzione prevista è quella del 20% per i nuovi residenti» così il vicesindaco Raffaele Daniele, questa mattina in I Commissione Programmazione e Bilancio, nella relazione sul documento della TARI, propedeutico all’approvazione del Bilancio di previsione che andrà in Consiglio lunedì prossimo. Una riduzione, come spiegato dallo stesso vicesindaco, che avrà un impatto di circa 50mila euro sul Bilancio, per contribuire alla “ripopolazione” dell’Aquila.

Intento lodevole, ma non senza implicazioni. Nel suo intervento, infatti, il commissario Angelo Mancini ha annunciato un emendamento per escludere dall’incentivo coloro che hanno già avuto contribuito per acquistare casa fuori L’Aquila: “Si tratta di una riduzione che non serve e soprattutto è ignobile premiare anche chi se n’è andato. La riduzione della TARI, infatti, è prevista per tutti i nuovi residenti, compresi quelli che hanno già avuto un contributo per l’acquisto di un’altra casa fuori città e che quindi hanno contribuito allo spopolamento. Adesso, se tornano, li “premiamo” nuovamente. Non mi sembra giusto e non credo che i cittadini siano d’accordo. Per questo ho presentato un emendamento”.

Il vicesindaco ha poi spiegato che sarebbe stato complicato procedere con i calcoli per escludere chi aveva già ottenuto il contributo per una casa nuova fuori città. Spiegazione che non ha convinto il commissario Mancini, che quindi in sede di Consiglio presenterà un emendamento. Nel frattempo la Commissione ha approvato con 15 voti favorevoli, mancando di nuovo quelli della Lega, che continua a non partecipare ai lavori.