Quantcast

L’Aquila 1927 presenta la Christmas Cup

L’Aquila 1927 continua il proprio cammino nel sociale con la “Christmas Cup”: partita a ranghi misti con squadra e cinque associazioni e tavola rotonda che includerà anche Comune ed Università.

Continua il percorso de L’Aquila 1927 nel sociale: presentata la Christmas Cup, nuova iniziativa per la società rossoblù, in collaborazione con l’AISM, sponsor etico.

“Una collaborazione – come afferma il vicepresidente Massimiliano Barberio – assolutamente non di facciata, ma che possa rendere L’Aquila aperta a tutti”.

Giovedì 19 dicembre, alle ore 16, lo Stadio “Gran Sasso d’Italia” ospiterà la Christmas Cup, una partita a ranghi misti che includerà la compagine de L’Aquila e alcuni membri di cinque associazioni. Successivamente, a partire dalle ore 17, si terrà una tavola rotonda che vedrà la partecipazione non solo del presidente rossoblù Stefano Marrelli e delle sopracitate associazioni, ma allo stesso tempo del Comune de L’Aquila e dell’Università.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato Marco D’Ascenzo, socio de L’Aquila 1927 e presidente Aism L’Aquila – è avvicinare allo sport le persone che sono in condizioni disagiate. È un progetto che va avanti da anni. Vogliamo ribadire come lo sport faccia bene, non solo a livello fisico, ma anche psicologico. Cercheremo di illustrare il percorso che fa una persona, avvicinandosi allo sport. Sono molte le occasioni che lo permettono, anche essere qui la domenica come tifosi, per sostenere la squadra”.

Fondamentale la presenza del Comune: si parlerà, infatti, ancora una volta non solo dell’importanza dello sport per l’inclusione sociale, ma al contempo della possibilità, per tutti, di accedere alle strutture. Proprio in questa occasione, infatti, potrebbe esserci l’ufficialità per poter rendere lo Stadio aquilano totalmente accessibile a tutti, attraverso dei lavori di adeguamento della curva.

“Per me – ha inoltre proseguito il tecnico rossoblù Roberto Cappellacci – è un piacere vivere una realtà nuova, con tutte le sue iniziative. Avere intorno persone reali, vere, che prendono sul serio queste iniziative mi rende orgoglioso di far parte di questo gruppo, che va al di là del semplice aspetto calcistico”.

Interviene, infine, il capitano rossoblù Nicola Di Francia che, unendosi alle parole del tecnico, aggiunge: “Per noi, partecipare a queste iniziative significa stare insieme a coloro che, ogni domenica, ci sostengono. Vogliamo dare loro ciò che loro danno a noi”.