L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Sport

Turismo invernale, Abruzzo secondo solo al Trentino

Nella graduatoria delle top 40 destinazioni sciistiche più popolari tra gli italiani l'Abruzzo fa una splendida figura: seconda come mete turistiche solo al Trentino

Abruzzo secondo solo al Trentino per quanto riguarda le mete turistiche invernali.

Tra le destinazioni italiane la regione più rappresentata è, come da copione, il Trentino-Alto Adige: ben 10 le località in graduatoria con Madonna di Campiglio capofila al secondo posto generale e Canazei (sesta) solo per citarne alcune.

L’Abruzzo è la seconda regione più rappresentata, ben 5 le località, con Roccaraso-Rivisondoli al terzo posto generale, cui si aggiungono Pescasseroli (18ma), Campo Felice, Campo Imperatore e Ovindoli Magnola.

Una in più della Valle d’Aosta: la più piccola regione dello stivale piazza ben 4 località in graduatoria, in particolare Breuil-Cervinia (quinta), la famosissima Courmayeur (undicesima e tra le più costose), La Thuile e Pila. Con ciascuna 2 destinazioni seguono Piemonte (Sestriere e Alagna-Valsesia) e Lombardia (Livigno in testa e Bormio quarta). Una località, invece, per altre 6 regioni Calabria (Camigliatello Silano), Basilicata (Montagna Grande a Viggiano), Sicilia (Etna Nord), Molise (Campitello Matese), Toscana (Abetone) e Friuli-Venezia Giulia (Tarvisio). Da segnalare Pontedilegno-Tonale, unica località al confine tra due regioni, ossia Lombardia e Trentino.

I dati sono forniti da una ricerca di Home To Go, il più grande motore di ricerca al mondo per case e appartamenti vacanza, che ha stilato la graduatoria delle top 40 destinazioni sciistiche più popolari tra gli italiani.

L’Abruzzo è fra le mete preferite anche per il budget low cost: le mete del nord Italia, particolarmente note per la loro eccezionale offerta sciistica, presentano un prezzo medio degli alloggi per notte a persona più alto a dicembre, con una flessione a gennaio e una risalita a febbraio.

Ne è un esempio Livigno: la destinazione più popolare della graduatoria di Home To Go presenta un costo
di 68€ a dicembre, 56€ a gennaio e 61€ a febbraio. Eccezioni sono Courmayeur con un costo più alto a gennaio (80€). Zermatt, in Svizzera, è la meta più costosa in fatto di alloggi con una media di 120€ a notte a persona ed un
picco di ben 132€ di dicembre, seguono Cortina d’Ampezzo (100€), Kitzbühel (95€) e l’alto-atesina Corvara in
Badia (92€). Al contrario le abruzzesi Campo Felice e Campo Imperatore, Viggiano in Basilicata ed Etna
Nord, non superano i 40€ in media a notte a persona.

A favore della scelta dei turisti per l’Abruzzo anche il prezzo degli skipass: tutte le località abruzzesi, esclusa Roccaraso-Rivisondoli, sono ben sotto i 40€, così come le slovene Vogel (35€) e Kranjska Gora (33€)
Al nord si va dai 58€ di Brunico ai 44€ di Folgaria e Bormio, passando per i 47€ di San Candido e i 46€ delle valdaostane Pila e La Thuile.

X