PSR Abruzzo, la Giunta accelera

La Giunta regionale approva la proposta del vicepresidente Imprudente per accelerare la spesa relativa al PSR Abruzzo.

Riunione di Giunta regionale,  disposizioni straordinarie per accelerare la spesa per il PSR Abruzzo. Imprudente: “Importante strumento per andare incontro alle esigenze delle imprese agricole”.

La giunta regionale, riunita oggi in seduta straordinaria a L’Aquila, presieduta dal vice presidente Emanuele imprudente, ha approvato i seguenti provvedimenti: su proposta dello stesso Imprudente, approvato lo schema di Convenzione per l’affidamento del servizio di assistenza tecnica per l’aggiornamento del Piano di tutela delle acque alla Società in house Abruzzo Sviluppo. Approvato inoltre il disciplinare per l’assegnazione dei finanziamenti regionali in favore delle associazioni venatorie riconosciute a livello nazionale ed operanti nella regione. Per il fondo europeo di sviluppo regionale (PSR ABRUZZO 2014/2020) approvata la deliberazione che detta disposizioni straordinarie per l’accelerazione della spesa al fine di scongiurare la perdita di risorse. Individuate, infine, con deliberazione, le zone vulnerabili ai nitrati relativamente al Piano di monitoraggio della qualità delle acque.

“Un importante strumento per andare incontro alle esigenze delle imprese agricole che hanno difficoltà di accesso al credito e consente di dare immediato avvio ai loro progetti d’investimento”. Così il vice presidente con delega all’agricoltura, Emanuele Imprudente, presentando il provvedimento per il Fondo europeo di sviluppo regionale (PSR ABRUZZO 2014/2020) che detta disposizioni straordinarie per l’accelerazione della spesa al fine di scongiurare la perdita di risorse. Viene istituito un Fondo di garanzia presso l’Organismo pagatore AGEA di due milioni di euro, per la copertura delle garanzie sulle domande di pagamento per gli anticipi 2019 presentate e in corso di presentazione sul portale SIAN, e si autorizza Agea ad utilizzare questo fondo a garanzia di anticipi totali di spesa pari a 20milioni di euro per circa 40 beneficiari. Le imprese agricole che ne usufruiranno potranno presentare alla Regione le polizze fideiussorie degli anticipi ricevuti entro e non oltre il 31 marzo 2020. È una ulteriore misura acceleratoria dei pagamenti, tenuto conto delle tempistiche delle procedure di emissione delle polizze fideiussorie e che potrebbero compromettere il raggiungimento del target di spesa al 31 dicembre 2019. “Ciò permette alla Regione – ha aggiunto l’assessore – di velocizzare la spesa e accelerare i pagamenti in modo da raggiungere il target della spesa del PSR entro dicembre. Stiamo facendo di tutto per evitare di perdere risorse fondamentali per l’Abruzzo e per l’agricoltura a vantaggio delle imprese e dello sviluppo del settore”.