L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Santa Barbara, Vigili del Fuoco in festa: una devozione profonda

Partirà dal Comando con lo scambio degli auguri la giornata di Santa Barbara per i Vigili del Fuoco dell'Aquila. Le celebrazioni.

L’AQUILA – 4 Dicembre, il giorno di Santa Barbara, protettrice dei Vigili del Fuoco.

Santa Barbara è una giornata di devozione e celebrazioni per i pompieri di tutta Italia. Non fa eccezione L’Aquila, che pure si trova a fare i conti con una ricorrenza, in parte, cambiata dopo il sisma del 6 aprile 2009. 

A non cambiare, tuttavia, sono la fede e la partecipazione con le quali i Vigili del Fuoco vivono la ricorrenza. Quest’anno, come ogni anno, nel solco di una consolidata e sentita tradizione, i Vigili di L’Aquila onoreranno la loro protettrice e patrona.

Alle ore 10,30, nella parrocchia di Santa Rita in Via Strinella, sua Eminenza, il Cardinale Giuseppe Petrocchi, Arcivescovo metropolita di L’Aquila, presiederà la Santa Messa. Nell’ambito della cerimonia il Comandante provinciale, l’ingegner Mauro Malizia, saluterà le autorità religiose, civili e militari della provincia, oltre ai cittadini che parteciperanno.

Santa Barbara, la giornata dei Vigili del Fuoco aquilani

Il 4 dicembre la giornata dei Vigili del Fuoco inizia al Comando. Si comincia con lo scambio degli auguri, mentre chi è di turno – fino alle 20 della sera – si occupa comunque dell’organizzazione e del coordinamento dell’intera celebrazione.

Poi c’è la funzione religiosa, la santa messa, quest’anno celebrata alla parrocchia di Santa Rita.

Dopo la celebrazione eucaristica il Comandante passa in rassegna gli interventi più importanti dell’anno compiuti dai Vigili del Fuoco e, alla presenza delle autorità civili, religiose e militari, si assegnano le onorificenze al personale che ha raggiunto i traguardi più meritevoli nell’arco dell’anno.

A seguire partono i festeggiamenti, che riuniscono i Vigili del Fuoco in servizio con i Vigili andati in pensione. Prima un piccolo rinfresco, quindi il pranzo in Caserma, tutti insieme, in una tavola che accoglie almeno 120 persone. La grande famiglia dei Vigili del Fuoco riunita, quelli di ieri e quelli di oggi: tra portate e risate si va avanti almeno fino alla sera.

Santa Barbara dopo il 6 aprile 2009

Prima del sisma la santa messa nel giorno di Santa Barbara veniva celebrata nella rimessa del Comando. Dopo il terremoto, invece, si è venuta a creare una generale penuria di spazi. Quelli a disposizione costringerebbero i pompieri e le autorità partecipanti a stare stretti, ragion per cui ci si è spostati nelle parrocchie, per le funzioni religiose di rito.

Si sono alternate San Bernardino e Santa Rita, quest’oggi la celebrazione si svolgerà a Santa Rita, a partire dalle 10,30. Il sisma, con la sua distruzione, non ha scalfito le radici di una fede profonda per i Vigili del Fuoco, quella nella santa che li protegge tutto l’anno, non solo il 4 dicembre.

Una festa vissuta nel segno dell’unione e dello spirito di squadra. Tra vigili che non indossano più la divisa – ma che potranno tornare in Caserma e provare le emozioni dei vecchi tempi – e vigili che quella stessa la divisa la indossando tutte le mattine, Santa Barbara compresa. Negli occhi luminosi, tra le braccia pronte e in fondo al cuore coraggioso la consapevolezza che, divisa o meno, si è Vigili del Fuoco per sempre e nel giorno di Santa Barbara ancor di più.

X