Decreto Sisma, D’Eramo: “Provvedimento vuoto e inutile”

Decreto Sisma, parla D'Eramo: "È chiaro a tutti che si tratti di un provvedimento spot. Le problematiche d'Abruzzo restano in piedi, Per L'Aquila provvedimenti marginali"

Decreto Sisma, provvedimento inutile. “Il decreto Sisma è un provvedimento vuoto e inutile, che non dà risposte e non risolve i problemi”. Lo dice il deputato aquilano e coordinatore regionale della Lega, Luigi D’Eramo.

“È chiaro a tutti – dice D’Eramo – che si è trattato di un provvedimento spot, di natura elettorale. Il decreto sisma, infatti, è stato varato dal governo a soli cinque giorni dal voto in Umbria che, poi, ha fatto segnare una nettissima vittoria della Lega. Una circostanza apparsa ancora più evidente dal processo di conversione in legge. Un atto di nove articoli è stato subissato di emendamenti, oltre mille, di cui la metà provenienti dalla stessa maggioranza, a testimonianza di una insoddisfazione diffusa”.

Per quanto riguarda l’Abruzzo tutte le problematiche sollevate restano in piedi. Per L’Aquila le misure sono assolutamente marginali e insufficienti. Gli emendamenti proposti dall’opposizione in generale e dalla Lega in particolare sono stati respinti. Non solo quelli ordinamentali, volti ad accelerare le procedure, ma anche quelli che prevedevano stanziamenti ulteriori, a conferma del fatto che non ci sono disponibilità economiche. Disattese anche molte istanze provenienti dal territorio, anche dai sindaci del centrosinistra: questo sconfessa ulteriormente la nuova legge. Che, a conti fatti, è inutile, vuota e non incide assolutamente”.

Pedaggi A24-A25, D’Eramo: ” la Lega non è affatto contro il congelamento dei pedaggi autostradali di A24 e A25″.

“A differenza di ciò che sostengono alcune forze politiche, la Lega non è affatto contro il congelamento dei pedaggi autostradali di A24 e A25”. Lo dice il deputato aquilano del partito, Luigi D’Eramo.

“Il sub emendamento presentato dalla Lega e respinto dalla maggioranza – spiega D’Eramo – non toccava il congelamento delle tariffe autostradali, era volto semplicemente a chiarire un aspetto di natura tecnica e politica in relazione alle coperture finanziarie. La Lega resta ferma nella sua posizione: laddove esistono problemi di sicurezza i pedaggi non dovrebbero proprio essere pagati. Il nostro primario ed unico obiettivo è tutelare le esigenze ed eliminare i disagi che vivono gli abruzzesi a causa dei postumi del terremoto e di poter viaggiare in sicurezza nelle autostrade della nostra regione. Quanto alle polemiche sull’astensione al momento del voto, questa è stata la scelta del partito sul decreto nella sua interezza, non certo solo sull’emendamento-pedaggi. Un provvedimento vuoto e privo di risposte. Qualsiasi polemica su questo tema è inutile e strumentale”.