L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Liliana Segre cittadina onoraria di Barisciano

Voto unanime in Consiglio comunale: la senatrice Liliana Segre cittadina onoraria di Barisciano.

BARISCIANO – Il Consiglio comunale conferisce la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre.

Nella giornata del 26 novembre, il Consiglio Comunale di Barisciano, all’unanimità, ha conferito la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre. Barisciano si unisce, così, alle altre città italiane e abruzzesi che hanno deciso di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice per dare un forte segnale contro ogni forma di discriminazione. «Un segnale importante – scrivono dal gruppo consiliare Barisciano Bene Comune – in un momento così delicato, un segnale per supportare e dar risonanza alla sua storia, alla sua memoria e al suo impegno nella lotta alle discriminazioni, consci che anche le Istituzioni devono impegnarsi di più per arginare episodi violenti e antidemocratici».

Cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, la delibera.

Questa la delibera approvata dal Consiglio comunale:

Sostegno e solidarietà alla Senatrice Liliana Segre e conferimento della cittadinanza onoraria.

Premesso che:

-Liliana Segre, nata a Milano da famiglia ebraica, a soli 13 anni venne arrestata, incarcerata e poi trasferita al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, dove rimase prigioniera fino al maggio del 1945 (arrivo dell’ Armata Rossa);

– su centinaia di bambini italiani deportati nei campi di sterminio, ne rimasero in vita solo 25 e Liliana Segre è una dei sopravvissuti;

-il 19 gennaio del 2018, anno in cui ricade a l’80° anniversario delle leggi razziali, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in base all’art. 59 della Costituzione, ha nominato Liliana Segre Senatrice a vita;

-la motivazione fu quella “per avere illustrato la patria con altissimi meriti nel campo sociale”;

– è la testimonianza vivente di ciò che è stato il nazifascismo e degli efferati crimini commessi;

– da allora ad oggi la Senatrice ha visto aumentare offese e minacce a lei rivolte soprattutto attraverso i social network alimentate da frasi e atteggiamenti irresponsabili di politici senza scrupoli;

– si è arrivati al punto che il prefetto di Milano Renato Saccone, si è recentemente visto costretto ad assegnarle la scorta;

Considerato che:

– Liliana Segre e la sua testimonianza sono un prezioso baluardo nella memoria storica del nostro paese;

– negli ultimi 30 anni ha portato nelle scuole la sua testimonianza su ciò che furono le leggi razziali e la shoah, l’odio e la discriminazione;

– la Senatrice continua a farlo anche in Senato, impegnandosi nel coltivare e rafforzare la memoria, da lei stessa definita “vaccino prezioso contro l’indifferenza” mettendo in campo azioni concrete di aiuto alle diversità e condanna rispetto ad azioni antidemocratiche ed alle violenze;

Acquisito il parere di regolarità tecnico – amministrativa espresso dal Segretario Comunale ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 267/2000; Ritenuta la propria competenza ai sensi dell’art.42 del D. Lgs. 267/2000;

DELIBERA

1. la premessa è parte integrante del deliberato;

2. di conferire alla Senatrice Liliana Segre la CITTADINANZA ONORARIA, non solo come segno di riconoscenza e ammirazione per il suo impegno, per il suo messaggio contro l’odio e l’indifferenza, per onorare la sua storia personale, simbolo delle atroci sofferenze di un popolo intero, ma anche perché le istituzioni devono essere in prima fila su tutto quello che si può fare ancora, e che va fatto, sul tema della lotta alle discriminazioni e dà mandato al Sindaco per la notifica dell’onorificenza nelle forme ufficiali.

(foto Ansa)

X