L’Aquila 1927: 6-2 alla Santegidiese

L'Aquila 1927: grande match oggi allo stadio Gran Sasso d'Italia! i rossoblù battono la Santegidiese per 6 a 2.

L’Aquila 1927: 6-2 alla Santegidiese. Grande match contro la Santegidiese: tra le mura del “Gran Sasso d’Italia”, L’Aquila vince per 6-2.

Risultato schiacciante per L’Aquila contro la Nuova Santegidiese: 6-2 per i rossoblù di mister Roberto Cappellacci, che si riprendono nel migliore dei modi dalla sconfitta di Canistro, contro il Pucetta. Non ci sono novità nell’undici titolare, al di là del ritorno di Barbato tra i pali.

8′ minuto, arriva la rete del vantaggio: tentativo di La Selva, respinta di Orsini per la testa di Di Benedetto che infila in porta. Un minuto dopo, L’Aquila ci riprova: La Selva ruba palla a Bizzarri e va dritto verso il portiere, che intercetta la sfera. 17′, grande chance per gli ospiti con Fini che sfiora la traversa con un tiro dal limite. Un minuto più tardi, sul ribaltamento di fronte, arriva un gran goal di Morra che imbuca in rete con un tiro dai 25 metri.

29′, L’Aquila dilaga: Di Benedetto per Maisto che stoppa il pallone di spalle alla porta, si gira, attende il momento giusto e beffa l’estremo difensore avversario. 41′, gli ospiti ci riprovano: Di Giorgio penetra in area e cerca la porta, tiro respinto da Mohammed. Tre minuti dopo, i rossoblù trovano la quarta rete di giornata: Rampini calcia dalla distanza, il suo tentativo piega le mani del portiere e termina in porta. Fine primo tempo, risultato parziale 4-0.

11′ della ripresa, bella azione per L’Aquila: palla sui piedi di Di Norcia che riesce solo a colpire l’esterno della rete, dando l’illusione del goal. Tre minuti e i rossoblù ci riprovano: angolo, colpo di testa di Di Francia che schiaccia la sfera a terra, ma Orsini blocca. 16′, Maisto entra in area e serve Di Norcia, ma il numero 9 rossoblù calcia fuori.

Le cose peggiorano per la Santegidiese: 26′, secondo giallo per Tarquini che raggiunge gli spogliatoi prima del tempo. Ma in inferiorità numerica gli ospiti trovano il goal: Pietrucci per Di Blasio che fa passare la palla sotto le gambe di Barbato e accorcia le distanze. Ma al 33′ arriva il secondo cartellino rosso giornata, questa volta diretto, indirizzato a Bizzarri.

C’è tempo per la quinta rete de L’Aquila: 40′, Orsini non fa del suo meglio e respinge il pallone sui piedi di La Selva, che rimette in mezzo per Maisto, che non deve far altro che spingere in porta. Il numero undici rossoblù non si ferma e si ripete cinque minuti dopo, approfittando della difesa avversaria sbilanciata. 6-1 che dopo pochi istanti cambia di nuovo: 46′, rete degli ospiti con Fini, che riceve palla da corner e spinge in porta. Risultato finale, 6-2.

L’AQUILA 1927: Barbato, Campagna, Mohammed (29′ st De Marco), Morra, Zanon, Di Francia, La Selva (46′ st Cianfrini), Rampini (29′ st Santarelli), Di Norcia (39′ st Carosone), Di Benedetto (17′ st Pizzola), Maisto. A disp.: Ranalletta, Rugani, Marchetti, Carice. All. Roberto Cappellacci.

SANTEGIDIESE: Orsini, Bizzarri, Angelini, Fabrizi, Tarquini, Beati (1′ st Di Blasio), Di Giorgio, Pietrucci, Pediconi (1′ st Zenobi S. 2), Traini, Fini. A disp.: Carfagna, Zenobi S. 1, Di Girolamo, Cimiconi, Maiga, Celani, Moscarini. All. Marco Vanni.

ARBITRO: Gabriele Caggiari (Cagliari).

ASSISTENTI: Domenico Lombardi (Chieti), Luigi Bernardini (Pescara).

AMMONITI: Tarquini, Fabrizi.

ESPULSI: 26′ st Tarquini, 33′ st Bizzarri.

RECUPERO: 2′ pt, 2′ st.