L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Festa dell’Albero, a L’Aquila 460 piantumazioni

Il Comune dell''Aquila aderisce alla Festa dell'Albero. Le iniziative in programma.

Festa dell’Albero, L’Aquila aderisce con la piantumazione di 460 alberi.

Giovedì 21 novembre si celebra anche a L’Aquila la Festa dell’Albero 2019, la manifestazione nazionale, istituita dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che ha lo scopo di avvicinare la natura ai cittadini ed alle famiglie e di sottolineare il valore del rispetto dell’ambiente in cui viviamo, elemento per il quale passa anche la qualità della vita delle nostre città. Il Comune dell’Aquila ha inteso partecipare attivamente a questa Giornata, avviando una serie di iniziative di piantumazioni di alberi autoctoni, sia nella città che nelle diverse frazioni, grazie al sostegno delle proloco e delle associazioni presenti sul territorio.

«Quest’anno la città dell’Aquila partecipa con la piantumazione di ben 460 alberi. Una grande operazione di forestazione urbana che inizierà domani, per proseguire anche nei prossimi mesi» ha riferito l’assessore alle Politiche Ambientali Fabrizio Taranta sottolineando l’importanza dell’albero come «componente viva della città e come elemento di contrasto all’inquinamento ambientale». Un primo passo, dunque, per l’avvio di un più ampio progetto di rinaturalizzazione territoriale tramite la forestazione urbana, per la neutralizzazione delle emissioni di CO2 mediante la realizzazione di “carbon sink forestali” sul territorio locale. Nello specifico, l’UNFCCC (United Nation Framework Convention on Climate Change – Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici) definisce carbon sink come qualsiasi processo, attività o meccanismo per rimuovere gas ad effetto serra, aerosol o un precursore di gas serra dall’atmosfera. Sink di carbonio (carbon sink) sono quindi attività, processi, o meccanismi di rimozione (e sequestro) di biossido di carbonio (CO2) dall’atmosfera. Un carbon sink è quindi un sistema che trattiene CO2 in quantità maggiore rispetto a quella che (eventualmente) rilascia: le foreste sono un tipico esempio di ciò, in quanto una pianta nel corso del tempo accresce la propria biomassa, assorbendo e stoccando carbonio nelle proprie molecole organiche, con un saldo positivo nell’ambito del sequestro del carbonio atmosferico.

fabrizio taranta

«L’albero e il verde in generale – ha sottolineato l’assessore Taranta – ci aiutano quindi a bilanciare CO2, a rinfrescare le nostre case, a contrastare anche l’inquinamento acustico, oltre ad essere uno strumento importante di mitigazione climatica. Intanto per la giornata di domani, a simboleggiare l’impegno dell’Amministrazione, verranno piantati i primi alberi presso il Parco del Sole e in alcune frazioni. Anche la Scuola Primaria De Amicis, parteciperà all’iniziativa attraverso la messa a dimora di un albero fornito loro dai Carabinieri del reparto Biodiversità. Fondamentale il supporto delle varie associazioni, che si sono rese disponibili e propositive nel collaborare, e alle quali va tutta la nostra gratitudine! Tra queste: la proloco di Coppito; la proloco e la protezione civile di Tempera; la proloco di Roio; l’ANA sezione Abruzzi gruppo L’Aquila Vaccarelli; la proloco di Preturo; l’associazione Ju parchetto con noi; l’associazione Le api nel cuore; l’associazione Quiji deju Vasto; l’associazione San Pietro della Jenca».

L’assessore ha anche ricordato che questa Amministrazione ha da tempo avviato una serie di iniziative riguardanti il tema dei cambiamenti climatici: con Deliberazione G.C. n. 244 del 22/06/2018 è stata approvata l’adesione alla “Carta degli Appennini per l’azione dei Comuni appenninici nell’adattamento locale ai cambiamenti climatici”, che ha come obiettivo principale l’adozione di strategie di adattamento al cambiamento climatico ed il contrasto ai fattori che ne sono causa; già dal 2018 (prima fra tutte le città capoluogo in Abruzzo) il Comune dell’Aquila ha inoltre aderito al programma internazionale “Carbon Disclosure Project” (CDP), attraverso il quale rendiconterà i propri dati ambientali, con particolare riguardo agli impatti dei cambiamenti climatici e alle azioni intraprese per combatterli; anche nel 2019 il Comune dell’Aquila ha aderito al CDP Programm, entrando a far parte di una rete mondiale di oltre 800 città impegnate nell’aumentare la trasparenza e accelerare l’azione per il clima ed ottenendo un punteggio nella fascia C – Consapevolezza, ovvero ha iniziato a elaborare una valutazione e misurazione degli impatti per ottenere una comprensione olistica del principale impatto che il cambiamento climatico esercita sulla città; con Deliberazione G.C. n. 359 del 10/09/2018 il Comune dell’Aquila ha partecipato al bando internazionale Programma di gemellaggio del Patto dei sindaci per il clima e l’energia, che offre a città, regioni e province l’opportunità di aderire a scambi che mirano ad aumentare le capacità e le conoscenze delle autorità locali e territoriali nel settore della mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici, e nell’ambito di tale Programma il Comune dell’Aquila è stato selezionato tra 56 città per uno scambio tra pari con la città portoghese di Figueira da Foz. «Non dimentichiamo infine – spiega l’assessore – che il verde urbano ed in particolare gli alberi svolgono fondamentali molteplici funzioni, soprattutto sul benessere psicologico degli abitanti rendendo gli ambienti più ricchi di ‘vivibilità’. Incrementare la dotazione vegetale di una città è nelle nostre priorità – conclude Taranta – così come lavorare in modo integrato e intersettoriale considerando il verde urbano, che tra l’altro è un diritto di ogni cittadino, nel campo dell’urbanistica, nella mobilità sostenibile e nel regolamento edilizio».

 

X