L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Fare Centro, l’assessore Liris scrive ai beneficiari

Lettera dell'assessore Liris ai beneficiari del bando Fare Centro per verificare la volontà di concludere il progetto.

L’AQUILA – Lettera dell’assessore Liris ai beneficiari del bando Fare Centro per verificare la volontà di concludere il progetto d’investimento.

«Abbiamo predisposto una lettera da inviare ai beneficiari del contributo del bando Fare Centro per verificare la volontà di concludere il progetto d’investimento presentato». È quanto comunica l’assessore alle Aree Interne e del Cratere, Guido Quintino Liris, con delega alla misura Restart per la ripresa socio economica post sisma, in relazione ad alcune notizie di stampa diffuse e per fornire maggiori certezze alle legittime aspettative di tanti cittadini, che sollecitano tempi più rapidi nell’erogazione dei fondi per riaprire attività ed uffici nel centro storico.

Il beneficiario dispone di 45 giorni di tempo per presentare la rendicontazione sul bando in vigore, dopodiché riceve il saldo del contributo: «Ma non si tratta di un termine perentorio – chiarisce Liris – infatti è possibile che molti cittadini o piccole imprese non abbiano le disponibilità economiche per andare avanti; per tale ragione daremo ulteriori 10 giorni per chiarire le proprie intenzioni ed eventuali 45 giorni per presentare la rendicontazione di quanto già speso, nel caso in cui volessero mantenere il contributo». Liris ricorda che il Bando rimborsa una parte delle spese sostenute: «Desideriamo quindi avere un dato certo così da fare il punto realisticamente, verificare ulteriori esigenze di cassa da girare al Cipe oppure l’esistenza di economie per far scorrere le graduatorie e finanziarie altri progetti. Parallelamente stiamo lavorando ad un nuovo bando Fare Centro per la città che rinasce e che manifesta ogni giorno di più l’urgenza di tornare in centro e aprire la propria attività commerciale e professionale. Terminata la ricognizione saremo pronti a ragionare su una prospettiva condivisa con le associazioni di categoria ed i rappresentanti dei cittadini per pianificare ogni intervento utile alla ripresa socio economica della nostra comunità».

X