Ricapitalizzazione AMA, manca il parere del Collegio sindacale

Nulla di fatto in Commissione Bilancio per la ricapitalizzazione AMA. Passa la pregiudiziale dell'opposizione e la riunione viene aggiornata. L'ira di De Matteis contro il Collegio sindacale.

L’AQUILA – Rinviata la I Commissione Bilancio sulla ricapitalizzazione AMA. Passa la pregiudiziale dell’opposizione.

Strada in salita per la ricapitalizzazione AMA da 1 milione e 300mila euro deliberata dalla Giunta comunale. Oggi, infatti, passaggio a vuoto in I Commissione Bilancio presieduta da Luigi Di Luizio, alla presenza dell’amministratore unico di AMA, Gianmarco Berardi, e l’assessore alle Partecipate, Fausta Bergamotto. In apertura dei lavori, infatti, il commissario Angelo Mancini ha posto una pregiudiziale al proseguimento dei lavori: «Dobbiamo approvare un debito fuori bilancio per la ricapitalizzazione AMA, un debito che si è creato negli anni, ma come ci si è arrivati? Vengano l’assessore ai Trasporti e il Revisore per farci capire quel milione e 300mila euro da dove arriva e come ricapitalizziamo. Non possiamo approvare un provvedimento, senza avere queste informazioni».

Il carico da 90 è poi arrivato dal commissario Giorgio De Matteis, che ha espresso solidarietà all’amministratore unico Berardi, giudicando «grave l’assenza dell’assessore Mannetti». Ma non solo: l’ira di De Matteis si è abbattuta contro il Collegio sindacale “colpevole” di aver rimesso una nota letta dallo stesso commissario, con la quale ha precisato di «non poter esprimere una valutazione sul percorso di risanamento dell’AMA, pure propedeutico alla ricapitalizzazione, in qunato il compito dello stesso Collegio sarebbe di sola verifica dell’assetto organizzativo». Da qui la “perplessità” (per usare un eufemismo) di De Matteis, che ha già annunciato che chiederà in diversa sede la rimozione dei membri del Collegio sindacale «da cartone animato».

A quel punto si è proceduto alla votazione della pregiudiziale posta da Mancini. Tutti favorevoli, a parte la Lega, che si è astenuta. «Siamo d’accordo con la scelta del presidente Di Luzio – ha sottolineato il capogruppo in Consiglio comunale, Francesco De Santis – nell’evitare la presenza dell’Assessore alla Mobilità oggi. La delibera la presenta l’Assessore alle partecipate Bergamotto e la presenza della Mannetti sarebbe servita solo ad acuire frizioni politiche, dovute al poco rispetto istituzionale dimostrato in questi giorni, che non possono bloccare oggi il lavoro della commissione». La pregiudiziale, però, è comunque passata, senza i voti della Lega.