Caregiver, ecco come richiedere i contributi

Sostegno economico per famiglie con minori affetti da disabilità, il bando Caregiver. Scadenze e dettagli sull'invio delle domande.

Sostegno economico alle famiglie che assistono minori con disabilità. Pubblicato il bando Caregiver: 440mila euro per le famiglie abruzzesi.

Pubblicato il bando regionale per le domande di accesso ai contributi per il Caregiver, un sostegno economico per i familiari che assistono minori affetti da gravi disabilità. La cifra stanziata quest’anno in Abruzzo è di 440 mila euro, 140 mila euro in più rispetto all’anno scorso. Un incremento che consentirà di aiutare 14 famiglie in più.

«Finalmente ci siamo» annuncia Andrea Sciarretta, il papà della piccola Noemi, la bimba di Guardiagrele affetta da Sma1. Come spiegano dalla Onlus Progetto Noemi, si tratta di un grande traguardo raggiunto grazie ai tavoli di lavoro che nel corso degli anni hanno visto protagonista proprio la Onlus di cui Sciarretta è presidente. Un confronto con la Regione che va avanti dal 2015 e che ha raccolto i suoi frutti visto che i fondi sono notevolmente aumentati dal primo anno. Si tratta di contributi stanziati a chi deve assistere h24 il proprio bambino affetto da una grave malattia e che, proprio per questo, non può neanche permettersi di lavorare. La somma stanziata per il Caregiver viene divisa equamente per tutte le famiglie: ad ognuna vanno circa 10 mila euro.

Caregiver, come presentare domanda.

Le famiglie interessate possono presentare richiesta di partecipazione all’Avviso compilando e presentando il modello denominato “Istanza di accesso al contributo economico-Anno 2019”, Allegato B, entro 20 giorni dalla data di pubblicazione sul Burat, pertanto le istanze devono essere inviate entro e non oltre il 19 novembre. A differenza degli anni precedenti il contributo è incompatibile con il fondo della non autosufficienza, si potrà quindi fare richiesta solo per una delle due misure. [CLICCA QUI per accedere alla documentazione]

«Come Progetto Noemi – dice Sciarretta – ci mettiamo a disposizione da subito per aiutare le famiglie che ne avessero bisogno a sbrigare le pratiche burocratiche e ad indirizzarle verso il percorso che più si adatta alle loro condizioni».

Caregiver, Smargiassi: «Ora non dobbiamo fermarci».

«Siamo molto soddisfatti che il bando regionale per le domande di accesso ai contributi per il Caregiver, veda stanziata una cifra più alta di 140mila euro rispetto allo scorso anno raggiungendo così un fondo di 440mila euro. Lo abbiamo chiesto fin dalla scorsa legislatura e oggi, finalmente, le nostre istanze vengono recepite». Lo afferma il Consigliere regionale Pietro Smargiassi, in prima fila da anni sulla questione Caregiver e che ottenne l’impegno della Giunta regionale ad aumentare il fondo a seguito di un’interpellanza presentata dallo stesso Smargiassi in consiglio regionale. «Questa è la prova che quando la maggioranza vuole ascoltare le opposizioni senza pregiudizi e si vuole lavorare come una squadra si realizzano cose buone per l’intera comunità. Sono molto felice che il sostegno economico per i familiari che assistono minori affetti da gravi disabilità sia aumentato, ora però non dobbiamo fermarci. Il prossimo step è allargare il sostegno anche alle famiglie che assistono figli che hanno raggiunto la maggiore età e sono affetti da disabilità grave, ed il fondo “Dopo di noi” che ha lo scopo di aiutare chi è rimasto senza i genitori e non può prendersi cura di sé stesso. Continueremo a lavorare su questa strada auspicando che, come per il caregiver, le nostre istanze vengano ascoltate e trasformate in azioni concrete per gli abruzzesi» conclude Smargiassi.