L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Ama, parla Berardi: “Affermazioni gravissime, ne chiederò conto”

Dopo sindacati, sindaco e assessore, parla l'amministratore unico di Ama, Gianmarco Berardi: "Dichiarazioni ingiuriose attribuite ad autorevole esponente della Giunta.

L’AQUILA – Dopo la nota dei sindacati e le repliche di Biondi e Mannetti, parla l’amministratore unico di Ama, Gianmarco Berardi: “Affermazioni gravissime, non posso che chiederne ragione in altra sede”.

“In qualità di Amministratore Unico della Società AMA spa – scrive in una nota Gianmarco Berardi – ho sempre evitato, nel lavoro di questi 12 mesi, di rispondere a provocazioni o false affermazioni in demerito al quotidiano impegno che svolgo all’interno della società, coadiuvato dall’ottima struttura amministrativa dell’Azienda. Ma, di fronte alle ingiuriose dichiarazioni attribuite da una nota delle sigle sindacali ad un autorevole esponente della Giunta lette sui giornali in queste ultime ore, mi sento in dovere di rispondere pubblicamente. Mi si accusa di non aver partecipato all’importante tavolo sindacale, supponendo una mio atteggiamento irrispettoso nei confronti dei Sindacati, senza specificare che nelle stesse ore il sottoscritto era impegnato in una riunione indetta dal Sindaco Biondi, per trattare i dettagli di una ricapitalizzazione che non è più prorogabile. È bene evidenziare che la detta riunione era finalizzata ad individuare la strada migliore per salvare l’azienda con i suoi 140 posti di lavoro e un servizio indispensabile alla città”.

“Delle affermazioni gravissime, lette sulla stampa e che metterebbero in dubbio la correttezza del mio operato, – dichiara Berardinon posso che chiederne ragione in altra sede. Ci tengo a ribadire che è mio preciso intendimento affrontare le tematiche poste in discussione da lavoratori e sindacati (e che erano all’oggetto del tavolo di confronto di ieri) con atteggiamento costruttivo e propositivo, ma nel pieno rispetto della normativa vigente e, soprattutto, avendo riguardo alla aggiornata contrattazione collettiva nazionale, la quale ha già in sé assorbito alcune delle tematiche di cui si verte. Non posso che confermare il massimo impegno che, insieme al Comune ed agli organi amministrativi dell’Azienda, ho sempre messo e continuerò a mettere in campo, per giungere ad un rapido, stabile e proficuo (per tutte le parti in causa) risanamento aziendale”.

X