Concorso Comune di Avezzano, esposto in Procura

Concorso Comune di Avezzano, dopo il dietrofront dei due presidenti e di un membro della Commissione, presentato esposto in Procura.

AVEZZANO – È bufera sul concorso pubblico per l’assunzione di 2 messi e 5 collaboratori amministrativi al Comune di Avezzano. Presentato un esposto in Procura su presunte anomali procedurali.

Un nuovo colpo di scena dopo il dietrofront di due presidenti e un membro della commissione del concorso e dopo i nomi noti in graduatoria, che hanno scatenato un vero e proprio focolaio di polemiche.

Sul concorso per l’assunzione di due messi comunali part-time ci sono delle richieste, da parte di alcuni candidati, di accedere agli atti del Comune, che ha girato la questione al Centro per l’Impiego. È stato il Centro per l’Impiego, infatti, a stilare la graduatoria trasmessa al Comune. 

La domanda adesso è stata girata al responsabile Paolo Zazza, il quale – come precisa il Centro – dovrà chiarire le modalità con le quali “è stata stilata la graduatoria, nonché la documentazione relativa alle qualifiche da messo comunale assegnate alle prime due candidate”.

Le procedure per la selezione dei nuovi dipendenti, intanto, hanno fatto tirare fuori dall’iter di selezione entrambi i presidenti, che erano stati designati, oltre ad uno dei membri di commissione, la segretaria comunale, presidente di commissione, Manuela Alfieri, Paola Lilli, membro della stessa commissione e Tiziana Grassi, dirigente del servizio Risorse finanziarie della Regione, in qualità di presidente di commissione per la selezione dei 5 collaboratori amministrativi.

Membri di commissione già sostituiti: Maria Laura Ottavi, dirigente del settore sociale del Comune, è la nuova presidente per la selezione dei due messi comunali, mentre Michela Leacche, dirigente del servizio Organizzazione e Gestione Risorse Umane della Regione, è alla guida dell’organismo che selezionerà i nuovi collaboratori. Il posto di Paola Lilli viene preso da Maria Lucia Paolini.