L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Dehors banditi dal centro, manca solo l’ok del Consiglio

Dopo il via libera della IV Commissione, manca solo il passaggio in Consiglio comunale per i nuovi regolamenti relativi a dehors e adozione aree verdi.

L’AQUILA – Dopo il parere della IV Commissione, nuovo regolamento dehors e adozione delle aree verdi in Consiglio comunale.

Pronti per essere calendarizzati in Consiglio comunale i provvedimenti relativi al nuovo regolamento per i dehors e adozione delle aree verdi. La IV Commissione Affari istituzionali e Regolamenti, presieduta da Marcello Dundee, ha infatti approvato le relative proposte di delibera.

«Grazie all’ottimo lavoro degli assessori che si occupano di queste tematiche – il vice sindaco Raffaele Daniele e Fabrizio Taranta – e al fattivo operato degli uffici di riferimento, il Consiglio sarà a breve in grado di normare due importanti argomenti che erano rimasti insoluti per troppo tempo. È la conferma che, quando c’è la collaborazione per la risoluzione delle problematiche, la pubblica amministrazione funziona. La mia soddisfazione è doppia perché i due provvedimenti sono stati approvati ad appena dieci giorni di distanza dal mio insediamento alla presidenza della IV Commissione». Questo il commento soddisfatto del presidente Dundee.

A questo punto, i provvedimenti possono passare in Consiglio comunale, secondo la calendarizzazione che riterrà opportuna il presidente Roberto Tinari. Prima, però, dovrebbe arrivare il Protocollo d’Intesa con la Soprintendenza per snellire l’iter autorizzativo per la realizzazione dei dehors, attraverso una procedura unica: «Non servirà la Scia, – ha spiegato il vicesindaco Raffaele Daniele – basterà segnalare sulla cartina le esigenze di spazio, con le foto dell’arredo, secondo le indicazioni presenti nel regolamento, per avere l’autorizzazione in un unico passaggio».

Nello specifico, «entro le mura, come in tutte le città d’arte più importanti, non sono permessi gazebo o strutture simili, ma solo ombrelloni, pedane, tavoli e sedie, secondo schede fotografiche definite con colori e materiali specifici, tutto parametrato alla citta d’arte che vogliamo sia L’Aquila. Fuori le mura, dove non ci sono edifici di pregio, non cambia nulla e resta consentita l’installazione dei dehors».

X