Festa della Montagna, l’alta quota arriva in città

Storia, enogastronomia, sport, territorio: tre giorni per la Festa della Montagna. Ospiti e programma.

Storia, enogastronomia, sport, territorio: saranno diverse le strade che percorrerà la Festa della Montagna, in programma per il 4-5-6 ottobre 2019.

La manifestazione, finanziata dai fondi Cipe nell’ambiro del bando Restart, regalerà tre giorni eventi, fra escursioni, convegni, concerti, video contest ad appassionati della montagna e non solo. Questa mattina la conferenza stampa di presentazione della Festa della Montagna, alla presenza del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, del consigliere comunale e vice presidente del comitato organizzatore Daniele D’Angelo e del coordinatore Mario Di Gregorio.

“Ci tengo a precisare – ha sottolineato il sindaco Biondi – che il Comune sta investendo in maniera rilevante sulla promozione della montagna e questa festa lo dimostra”. Tra le attività e le opere che sono state già portate a termine: “Abbiamo riaperto l’Ostello, il rifugio di Montecristo, sono terminati i lavori per l’Hotel Cristallo. Abbiamo definito, inoltre, un ulteriore investimento che coprirà le somme mancanti per il piano, di cui è soggetto attuatore il Provveditorato alle Opere Pubbliche, per l’Hotel di Campo Imperatore, per la sistemazione del tunnel, il parcheggio Simoncelli”.

Ricco e variegato il programma degli eventi: il 4 ottobre si parte con le escursioni montane da Fonte Cerreto, alle 10/10:30 l’apertura del Villaggio con la benedizione, alla Villa Comunale. Nel prosieguo della giornata il dibattito La Montagna che vive, all’Auditorium del Rettorato Gssi, moderato dalla direttrice del Capoluogo.it Roberta Galeotti.

Dalle 15:30 alle 16:30 l’intervista al giornalista de Il Fatto Quotidiano, Fabrizio D’Esposito. Per poi passare ad un altro dibattito, sui “Percorsi dello spirito, il turismo religioso montano”, tra gli ospiti il senatore Gaetano Quagliariello, grande appassionato di montagna.

In serata il concerto della Corale del Gran Sasso alla Villa Comunale, dalle 19,30 alle 20,30. Dalle 21 partirà il Mountain Video Contest, con la proiezione dei video in concorso.

Saranno ancora le escursioni da Fonte Cerreto apriranno il programma della seconda giornata della Festa della Montagna. In programma dalle 10 alle 12 l’evento divulgativo “Montagna in sicurezza”, moderato da Germana D’Orazio, dalle 12,30 alle 15,30 l’esercitazione Soccorso Alpino al prato di Collemaggio. Occhi puntati, nel pomeriggio, sull’incontro dibattito “Operazione Quercia” all’Auditorium rettorato Gssi. Ospiri gli storici: Alessandro Campi e Walter Cavalieri, i giornalisti: Miska Ruggeri, Alessandro Rico, Salvatore Santangelo e il regista Pierfrancesco Pingitore.

In serata si partirà con l’evento cinematografico con dibattito intorno alla proiezione del docufilm “K2 la montagna degli italiani”, a seguire il video contest alla Villa Comunale e musica dal vivo, sempre alla Villa Comunale, dalle 22 alle 24.

Il 6 ottobre, dopo le escursioni, in programma il dibattito “Treni di montagna, il turio eco-culturale” moderato da Angelo De Nicola, quindi l’intervista alla campiomessa olimpica Manuela Di Centa. Ancora sport dalle 12,30alle 14 con il Laser Run, una competizione per atleti e per amatori. Danza aerea e concerto del Coro Cai si alterneranno prima di un nuovo momento teorico, occupato dal dibattito “I casali di montagna”.

Video contest, dalle 19 alle 20 e Sergio Caputo in concerto nella serata conclusiva della Festa della Montagna.