L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Call Center Inps, a lavoro con Comdata da metà novembre

Garanzie per i lavoratori dei Call Center Inps da parte di Comdata. Da valutare le possibilità di mantenimento degli incarichi.

L’AQUILA – Buone notizie all’orizzonte nel futuro dei lavoratori aquilani dei Call Center Inps, dopo che tutti i ricorsi contro l’assegnazione della maxi commessa alla cordata di imprese – con capofila Comdata – sono stati respinti dal Tar.

Martedì l’incontro tra Comdata e organizzazioni sindacali, in merito alla clausola sociale del bando Inps.

Dal confronto COMDATA ha confermato che: tutti gli addetti attuali saranno riassunti a partire (ad oggi) dal 18 novembre 2019, anche Tutor e figure di staff saranno riassunti, ma valutando entro i primi mesi se manterranno lo stesso incarico. Sarà, inoltre, garantito il mantenimento delle condizioni contrattuali riferite ai contratti individuali di lavoro sottoscritti con le attuali aziende.

“Comdata, su nostra esplicita richiesta – riferiscono dai sindacati – ha annunciato che, una volta confermati i necessari volumi dei contatti, potranno essere confermati gli attuali orari di lavoro”.

“I dipendenti di NETHEX saranno assorbiti da Comdata o da altra azienda in subappalto con il contratto TLC. I dipendenti delle Coop saranno assorbiti da una o più cooperative con il contratto Coop. La richiesta di assorbimento dei dipendenti delle Coop da parte di Comdata con contratto TLC sarà discussa nell’incontro di Milano, che si terrà il 3 ottobre e al quale parteciperanno solo i sindacati presenti in Comdata”. Successivamente l’ipotesi di accordo nazionale raggiunta su tutti gli argomenti verrà portata sul tavolo aquilano, “dove noi porteremo le nostre ragioni a supporto della richiesta”.

Nell’incontro CISAL ha concentrato il suo intervento iniziale sulla richiesta di chiarimento in merito alla futura organizzazione del lavoro (orari di lavoro effettivi e articolazione dei turni nel giorno e nella settimana) “poiché le decisioni organizzative su tali materie incidono direttamente sulle condizioni di lavoro e di vita esterna del personale, oltre che sullo stipendio”. Comdata si è impegnata a riportare tali tematiche al Tavolo sindacale aquilano, data la specificità del caso, “confermando che è sua intenzione dedicarvi una particolare attenzione anche in termini di sviluppi lavorativi ulteriori”.

Lavoratori Call Center Inps, Biondi incontra i vertici Comdata

Il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, ha incontrato giovedì pomeriggio, nei suoi uffici di Palazzo Fibbioni, i rappresentanti di Comdata, la società che ha rilevato la commessa del contact center Inps-Ader (Agenzia delle Entrate e riscossione) e che, solo nella città dell’Aquila, impiega oltre cinquecento persone tra dipendenti con contrato a tempo indeterminato, lavoratori a tempo determinato e interinali.

“È stato un incontro cordiale e, ritengo, positivo. – spiega il primo cittadino – L’azienda ha garantito la ferma volontà di mantenere gli attuali livelli occupazionali con l’impegno, qualora ve ne fossero l’opportunità e le condizioni, di incrementare, in futuro, il numero di dipendenti”. “In questi giorni Comdata ha tenuto incontri con i rappresentanti delle istituzioni e dei lavoratori. Come amministrazione siamo a disposizione di chiunque abbia intenzione di investire in maniera prospettica in città, contribuendo al rilancio economico e sociale del territorio”.

X