L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Gianluca Castaldi unico sottosegretario abruzzese

Chiusa la partita dei sottosegretari. La spunta il senatore vastese Gianluca Castaldi. A secco il PD abruzzese.

Nominati i sottosegretari del Governo Conte bis. Tra gli abruzzesi la spunta solo il senatore Gianluca Castaldi per il M5S.

Chiusa la partita dei sottosegretari del nuovo Governo Conte: 21 al M5S, 18 al PD, 2 a LEU e 1 al MAIE. Altri 10 sono invece i vice ministri. Tra questi, solo Gianluca Castaldi, del M5S, “parla abruzzese”. Il senatore vastese è stato infatti nominato sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento.

Niente da fare, invece, per gli abruzzesi del PD, che aveva in pole position il consigliere regionale Giovanni Legnini.

«L’emozione di far parte della squadra dei 42 sottosegretari – ha commentato Castaldi – è tanta, indescrivibile. Mi accingo a svolgere il mio compito di sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento con la massima serietà e dedizione, consapevole del fatto che il nuovo governo Conte ha di fronte a sé obiettivi non facili, che richiederanno grande disciplina e delicato lavoro di sintesi fra le diverse forze politiche della maggioranza. Rispettare il valore della lealtà sarà fondamentale per continuare a portare a casa risultati positivi per i cittadini. Sento forte la responsabilità del mio incarico, anche considerando il fatto di essere, in questo esecutivo, l’unico sottosegretario proveniente dall’Abruzzo. Questo nuovo ruolo rappresenta per me un enorme onore: sono pronto a dare il massimo, come credo di aver fatto finora in Senato, senza paura e con tanto amore per il nostro Paese».

Deluso il presidente della Regione, Marco Marsilio, che ha commentato: «L’elenco dei viceministri e sottosegretari del Governo Conte certifica la debolezza, se non l’inconsistenza, della delegazione abruzzese M5S-Pd. La cosa non mi stupisce, tuttavia mi preoccupa dover constatare che al Governo della Nazione non ci sia un solo abruzzese ritenuto meritevole di occuparsi di una qualunque competenza del territorio. L’unico Sottosegretario, a cui faccio i migliore auguri di buon lavoro, è infatti incaricato di gestire i Rapporti con il Parlamento, un ruolo di “palazzo” con nessun impatto diretto sul territorio. Nel frattempo, non è chiaro chi si occuperà della delega alla ricostruzione: l’attuale Sottosegretario Crimi, promosso a Viceministro degli Interni, non sappiamo se conserverà tale delega o se il Presidente Conte ha altre idee in merito. Attendiamo quindi velocemente una risposta, perché l’urgenza delle tante cose da fare impone di non perdere un solo giorno di tempo».

«Auguri e buon lavoro al sottosegretario Castaldi.  – ha commentato la deputata Pd Stefania Pezzopane – Peccato non ci sia anche un sottosegretario abruzzese del Pd. Mi auguro comunque che venga subito assegnata in buone mani la delega della ricostruzione. Quanto a Marsilio ed alla destra che chiacchiera, pongo una domanda. Ma non si erano accorti che in questi 15 mesi di governo la lega in Abruzzo non aveva il sottosegretario? E perché non lo hanno chiesto prima alla destra che governava? Pensassero a lavorare nelle loro istituzioni ed a stabilire col nuovo governo adeguate relazioni istituzionali».

Ecco la lista completa di sottosegretari e viceministri: Mario Turco (M5s) alla programmazione economica e investimenti e Andrea Martella (Pd) all’Editoria sono i due nuovi sottosegretari alla presidenza del Consiglio. Non risulta assegnata la delega ai Servizi, che dovrebbe tenere il premier Giuseppe Conte. Ai Rapporti con il Parlamento andranno Simona Malpezzi (Pd) e Gianluca Castaldi (M5s). Agli Affari europei Laura Agea (M5s). Agli Esteri, con i viceministri Marina Sereni (Pd) e Emanuela Del Re (M5s), ci saranno da sottosegretari Ivan Scalfarotto (Pd), Manlio Di Stefano (M5s), Riccardo Merlo (Maie). All’Interno con Matteo Mauri (Pd) e Vito Crimi (M5s), Achille Variati (Pd) e Carlo Sibilia (M5s). Alla Giustizia Vittorio Ferraresi (M5s) e Andrea Giorgis (Pd). Alla Difesa Angelo Tofalo (M5s) e Giulio Calvisi (Pd). All’Economia, con i viceministri Antonio Misiani e Laura Castelli andranno Pierpaolo Baretta (Pd), Alessio Villarosa (M5s) e Cecilia Guerra (Leu). Al Mise sarà viceministro Stefano Buffagni e sottosegretari Alessandra Todde (M5s), Mirella Liuzzi (M5s), Gianpaolo Manzella (Pd), Alessia Morani (Pd). Alle politiche agricole Giuseppe L’Abbate (M5s). All’Ambiente Roberto Morassut (Pd), alle Infrastrutture da viceministro Giancarlo Cancelleri (M5s) e da sottosegretari Roberto Traversi (M5s) e Salvatore Margiotta (Pd). Al lavoro Stanislao Di Piazza (M5s) e Francesca Puglisi (Pd). All’Istruzione Lucia Azzolina (M5s) e Anna Ascani (viceministro Pd). Giuseppe De Cristofaro (Leu). Alla Cultura Anna Laura Orrico (M5s) e Lorenza Bonaccorsi (Pd). Alla salute viceministro M5s Pierpaolo Sileri e sottosegretario Pd Sandra Zampa.

X