L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Ricostruzione, in Comissione passa il ritiro delle nuove norme tecniche

Nuove norme tecniche per la ricostruzione nelle frazioni. Passa in II Commissione la sospensione in autotutela della delibera.

L’AQUILA – Riunione della II Commissione Gestione territorio, passa l’odg sull’annullamento delle delibere sulle nuove Norme tecniche per la ricostruzione delle frazioni.

A seguito della sospensione delle nuove Norme tecniche di attuazione al Piano regolatore per le frazioni da parte del Tar, la II Commissione Gestione territorio ha approvato l’ordine del giorno per il ritiro in via cautelare della relativa delibera dell’assessore Daniele Ferella, approvata in Consiglio comunale. Il provvedimento comprende anche la delibera con cui ha avuto avvio l’iter, nella precedente amministrazione.

Per quanto riguarda l’ultima in ordine di tempo, nel luglio scorso, infatti, il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Abruzzo – L’Aquila aveva accolto la richiesta proposta dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per L’Aquila e cratere sospendendo in via cautelare gli effetti della Delibera del Consiglio comunale n. 21 dell’11 aprile 2019 di approvazione definitiva della variante alle Norme Tecniche di Attuazione del PRG per le frazioni. Il Tribunale “atteso che la natura delle censure dedotte, che coinvolge delicati profili di interesse paesaggistico, storico, economico e sociale, richiede un adeguato approfondimento in sede di merito“, ha sospeso l’efficacia esecutiva fissando per il 20 novembre 2019 la data dell’udienza pubblica per la decisione sul merito del ricorso.

Da qui il passaggio in II Commissione Gestione territorio, presieduta da Luca Rocci, per poi arrivare in Consiglio comunale per il ritiro in autotutela della delibera, in vista del pronunciamento di merito del Tar, previsto per il prossimo 20 novembre. La vicenda giudiziaria, però, potrebbe proseguire in Consiglio di Stato, così da allumgare i tempi. Con la sospensione in autotutela (una volta approvata anche dal Consiglio), però, potranno riprendere le attività con le norme tecniche precedenti la modifica contestata: «Appena concluso l’iter – conferma l’assessore Daniele Ferella al microfono del Capoluogo.it – verranno sboccate le pratiche per la ricostruzione nelle frazioni, ad oggi bloccate. Successivamente verrà ripresentata la variante per il passaggio da commerciale ad artigianale nei centri storici, una parte di provvedimento che riteniamo particolarmente importante».

(foto di repertorio)

X