Premio Cambiamenti, start up aquilane in vetrina

Ieri la presentazione del Premio cambiamenti, che promuove le imprese innovative. In gara, finora, tre start up aquilane.

L’AQUILA – Premio Cambiamenti 2019: sono finora tre le start up dell’Aquila che si sono iscritte al concorso che premia le imprese innovative nate dal 2016.

In palio riconoscimenti in denaro – per 20mila euro alla start up vincitrice – servizi, incontri e opportunità per crescere.

Il Premio Cambiamenti, promosso dalla Cna, ha visto ieri, a L’Aquila, la presentazione, nella sede Cna di via Pescara.

L’Aquila regina dell’innovazione già lo scorso anno, nella manifestazione nazionale, a carattere nazionale, è stata la Altaii Italia, di Massimiliano G. Falcone. Candidate, ad oggi, all’edizione 2019 del Premio Cambiamenti 3 strat up aquilane: Guggo calzini spaiati, Carolina e Gina e Let’s. Presente il consigliere comunale Tiziana Del Beato.

premio cambiamenti
premio cambiamenti
premio cambiamenti

Premio Cambiamenti, le tre Start Up dell’innovazione aquilana

Guggo Calzini Spaiati srl, un brevetto tutto aquilano che pone rimedio ad uno dei lavori di casa più noiosi, la lotta con i calzini spaiati. Una particolare busta di rete, che evita che i calzini scompaiano dopo il lavaggio in lavatrice. Ieri, nel corso della presentazione, Giuseppe Graziosi, titolare della SuperG, e Nadia Vittorini – titolare del brevetto – hanno rappresentato la start up.

Carolina e Gina, il nuovo locale che ha arricchito di dolce Piazza Duomo, nato dall’idea di Michle Morelli, presente ieri, e Gianmarco Bottino. Il punto di forza è l’autentica novità del gelato proposto. Un gelato che, così come gli altri derivati del latte, può essere preparato “espresso”, cioè sul momento. Utilizzati, rigorosamente, prodotti con latte a km 0.

Let’s è l’innovativa start up che ha sede al Tecnopolo d’Abruzzo. Una t-shirt in grado si rilevare i parametri vitali di chi la indossa: la frequenza respiratoria, il sudore, persino l’elettrocardiogramma. Tutto grazie a dei sensori tessili, fili di tessuto additivati con elementi che permettono il passaggio del segnale ai comuni dispositivi elettronici. Nata dall’idea della giovane amante dello sport Caterina Casale e realizzata grazie alla ricerca congiunta di due professoresse dell’Università di Cagliari e di Bologna.

A coordinare il Premio Agostino Del Re, presidente CNA L’Aquila. Un riconoscimento diretto a riconoscere l’innovazione che porta segnali positivi, in fatto di ricerca, sull’intero territorio aquilano.